La creatività al centro de “Il Paese dei Balocchi 2012″

di 

12 aprile 2012

FANO – E’ stato l’elemento che ha trasformato un’idea in un appuntamento che, anno dopo anno, continua a richiamare migliaia di visitatori, ospiti e protagonisti da tutta Italia, dare spazio al sociale con eventi unici e partecipati. “Il Paese dei Balocchi 2012” ha scelto di dedicare il tema della sua nona edizione – in programma da giovedì 16 a domenica 19 agosto 2012 – in piazza Bambini del Mondo di Bellocchi alla “Creatività”… quella con la “C” maiuscola.

Bambini

“La nostra manifestazione – ha detto Michele Brocchini, presidente dell’associazione ‘Il Paese dei Balocchi’ – è la prova concreta della potenza e del ruolo fondamentale dell’elemento creativo. Il progetto di dare spazio e voce a una collettività, quella di Bellocchi, a volte troppo vicino allo stereotipo di quartiere-dormitorio, è diventato realtà concreta grazie alla collaborazione creativa dei volontari de ‘Il Paese dei Balocchi’”.

Al di là delle presenze (pur numerose visto che l’ultima edizione ha richiamato oltre 20.000 visitatori), “Il Paese dei Balocchi” cercherà anche per la sua edizione 2012 di raggiungere il suo obiettivo primario: creare momenti di approfondimento, di gioco autentico per i più piccoli e di intrattenimento di qualità per i più grandi.

Ad anticipare lo spirito creativo di quest’anno è l’appuntamento già in corso pensato su misura per i bambini della scuola primaria di primo grado “Fabio Tombari” di Bellocchi. E’ stato infatti presentato martedì 10 aprile, nella palestra dell’istituto, il concorso “Dammi un nome” ideato dall’associazione “Il Paese dei Balocchi” aperto a classi, coppie e singoli.

“I bambini – spiega Brocchini – potranno dare un nome al logo dell’associazione, l’uovo con il becco arancio. Siamo convinti che, divulgare l’espressione artistica tra i bambini, rappresenti un supporto fondamentale nel processo di maturazione ed affermazione della identità”.

A giudicare i progetti sarà una giuria tecnica di professionisti presieduta da Lella Mazzoli, direttore del dipartimento di Scienze della comunicazione dell’università di Urbino “Carlo Bo”, dove insegna Sociologia della comunicazione. E’ direttore dell’Istituto per la Formazione al Giornalismo dell’Università di Urbino. Insieme a Mazzoli ci saranno anche Stefania Antonioni e Roberta Bartoletti, dell’università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”, Frediana Benni, dirigente della direzione didattica di Fano-S. Orso e il dottor Odino Zacchilli.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>