Ginnastica ritmica, Pesaro ombelico del Mondo

di 

14 aprile 2012

PESARO – E’ iniziata puntuale la prima giornata della World Cup di Pesaro 2012, con il Torneo “Città di Pesaro” riservato alle Junior. Purtroppo, dobbiamo registrare delle importanti defezioni: non sarà a Pesaro Alyna Maksimenko, sostituita dalla ginnasta Viktoria Shynkarenko e nella competizione a squadre non abbiamo più la Bulgaria, a causa di un infortunio di una ginnasta.

Russo con la palla

Oggi si è concluso il Torneo internazionale riservato alle ginnaste junior, con la vittoria del team Russia, seguita dalla Bielorussia e dalla Georgia. Appena giù dal podio la squadra di ‘Italia 1.

E’ partito con un grande successo la quarta edizione della World Cup 2012 di Ginnastica Ritmica in programma all’Adriatic Arena fino a l 15 aprile.
Per l’ultima giornata di gare sono stati venduti 3.500 biglietti, un record.
Tanta gente anche nella seconda giornata di una competizione che vede in scena 300 atlete provenienti da tutto il mondo.
Sono 50 le ginnaste individualiste per la World Cup e per i colori azzurri ci sono Julieta Cantaluppi e Federica Febbo. La competizione a squadre vede impegnate 17 compagini ad insidiare il titolo delle “Farfalle d’oro”, tra cui la  storica avversaria, la Russia e per la prima volta in Italia, la Gran Bretagna. Le pedane dell’Adriatic Arena di Pesaro saranno l’ultima occasione in Italia per vedere la Squadra Nazionale in competizione prima della partenza per le Olimpiadi. Nella seconda giornata si è svolto il Concorso a Squadre. All’Adriatic Arena di Pesaro l’Italia si aggiudica la prova con i 2 cerchi e i 3 nastri con il punteggio di 27.850, ma non riesce a vincere il Concorso Generale che va alla Russia, seconda con 27.825. La squadra di Irina
Viner, forte del vantaggio di oltre due decimi accumulato nella prima giornata con le 5 palle conquista così la IV edizione della World Cup marchigiana con il totale di 55.800. Argento per gli avieri dell’Aeronautica Militare – Elisa Santoni, Elisa Blanchi, Romina
Laurito, Anzhelika Savrayuk, Marta Pagnini e Andreea Stefanescu – a quota 55.450. Terzo posto per la Bielorussia, forte del 27.625 odierno e del 55.025 complessivo.
“Sono contenta del mondo in cui abbiamo reagito – ha dichiarato l’allenatrice delle azzurre Emanuela Maccarani, coadiuvata a bordo pedana dalle assistenti Valentina Rovetta e Klarita Kodra – Per noi era importante far bene, qui davanti ai nostri tifosi. Questo è un gruppo granitico. Le ginnaste sono capaci di superare qualsiasi difficoltà, tecnica, ambientale o anche fisica, come in questo caso, (molte di loro non erano al meglio, ndr.) grazie alla forza incredibile che le unisce”.
Domenica 15 aprile si ricomincia da zero con le final eight di specialità, in diretta televisiva a partire dalle 17.05 su Rai Sport 2.
Alla fine della competizione è stato accolto l’invito del presidente del Coni Petrucci, osservando un minuto di silenzio in memoria del calciatore Piermario Morosini, improvvisamente colpito da un attacco cardiaco sabato 14 aprile durante Pescara – Livorno e successivamente comparso.

Guarda i risultati cliccando su http://www.rgwcup2012pesaro.com/IT/Competizione.aspx?ref=4

 

GUARDA LE FOTO DELLA GIORNATA: 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>