Tienimi che ti tengo, delirio musico-teatrale a S.Costanzo

di 

17 aprile 2012

SAN COSTANZO – L’Assessorato alla Cultura presenta: TIENIMI CHE TI TENGO (Delirio musico teatrale quasi organizzato) di e con  MARCO DI MEO chitarra e silenzi interrotti e NICOLA GAGGI voce e discorsi particolariNicola Gaggi e Marco Di Meo sono un duo metafisico. Non nel senso di ultraterreno, no, anzi: sono molto terreni, ed abili conoscitori dell’universo che li circonda (vini, grappe, salumi).

Gaggi e Di Meo

I due sono metafisici perchè capaci di traghettarci in una sorta di piccolo angolo lontano dal tempo e dallo spazio dove si raccontano le storie e le avventure del girovagare di due autentici masticatori di swing. Gaggi e Di Meo si presentano placidi e curiosi, se ne stanno a guardare il pubblico divertiti, poi d’improvviso la tranquilla coppia si getta dal ballatoio e tutti lì col naso all’insù a chiedersi come mai non caschino a terra, invece di iniziare un magico, divertente, inspiegabile volo…

Sabato 21 Aprile – ore 21.15

Teatro “La Concordia” di San Costanzo

Ingresso libero

Dalle 19.30 preso il foyer del teatro aperitivo a km 0 a cura della “Grotta di Tufo”

 

Comunicato stampa del 17 aprile 2012.

 

San Costanzo. << Il Teatro della Concordia è la cornice perfetta per il nuovo progetto musico-teatrale del duo Nicola Gaggi / Marco Di Meo. – interviene entusiasta l’assessore alla cultura Filippo Sorcinelli – All’interno della “bomboniera” di San Costanzo rivivrà per una sera il teatro-canzone di Giorgio Gaber con innesti più o meno rivisitati dei grandi successi di Jannacci o Fred Buscaglione solo per citare alcuni cantautori inseriti in questo originale spettacolo “Tienimi che ti tengo”>>.

 

 

 

MARCO DI MEO chitarra e silenzi interrotti (un vero mago della chitarra che vanta collaborazioni con Franco Cerri, Karin Mensah, Fabrizio Bosso, Henghel Gualdi, Paolo Fresu, Jack Owens, Jorma Kaukonen, Elio (Storie Tese), David Riondino, Selma Hernandes, Daniel Corzo,Donna Nowell e tanti altri…

NICOLA GAGGI voce e discorsi particolari (cantante, teatrante, attore, autore e voce della borghetti bugaron band, ideatore e direttore artistico di manifestazioni musicali come Fanote)

 

Da tempo immemorabile ogni tanto spuntano in teatri, locali, piccolo borghi con il loro spettacolo in bilico fra teatro, musica il tutto guidato dall’improvvisazione. Nicola Gaggi e Marco Di Meo sono un duo metafisico. Non nel senso di ultraterreno, no, anzi: sono molto terreni, ed abili conoscitori dell’universo che li circonda (vini, grappe, salumi).I due sono metafisici perchè capaci di traghettarci in una sorta di piccolo angolo lontano dal tempo e dallo spazio, dove ancora girano loschi tipi che ricordano Buscaglione, dove di facile non c’è soltanto lo whisky, ma anche i sogni di un pinguino dal cuore spezzato, l’attenta compostezza di un “palo” guercio, e le altre mille storie e avventure raccontate e suonate da due autentici masticatori di swing.Gaggi e Di Meo si presentano placidi e curiosi, se ne stanno a guardare il pubblico divertiti, poi d’improvviso la tranquilla coppia si getta dal ballatoio e tutti lì col naso all’insù a chiedersi come mai non caschino a terra, invece di iniziare un magico, divertente, inspiegabile volo…

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>