Ospedale, il popolo dei “no” invade Fosso Sejore

di 

21 aprile 2012

PESARO – Neppure d’estate, in piena estate, Fosso Sejore aveva registrato un tale movimento di persone. Un vero e proprio mare di uomini e donne, anziani e giovani, che da Gabicce a Marotta, fino a San Costanzo e Fossombrone ha partecipato alla manifestazione organizzata dal coordinamento «La salute ci riguarda» . Tutti presenti. Per chiedere uno sviluppo sostenibile ed un rinnovo della sanità ma con criterio e oculatezza. E dire no all’ospedale unico che dovrebbe sorgere a Fosso Sejore.

Un momento della manifestazione avvenuta questa mattina a Fosso Sejore

Alla fine oltre 30 comitati presenti, almeno 600 cittadini di ogni età e ceto sociale hanno risposto all’invito ritrovandosi tutti nel luogo  su cui, nei prossimi anni, dovrebbe sorgere il nuovo ospedale.  Molti sono arrivati in bicicletta. Una manifestazione così,  a Pesaro e Fano, non si vedeva da anni.  Un angolo di verde invaso dalla rabbia dei cittadini contro, anche, i costi della possibile operazione e delle opere necessarie a creare una viabilità consona per un ospedale in questa zona. Il Coordinamento ha affermato il proprio «no» alla scelta di Fosso Sejore ed – ha ribadito – anche al metodo con cui è stato deciso e localizzato l’ospedale provinciale. Allo stesso tempo ha detto “Sì”, però, al coinvolgimento di tutti nelle scelte sulla sanità, al potenziamento degli ospedali di polo e dei servizi ed ai risparmi con l’integrazione tra gli ospedali di Fano e Pesaro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>