Merloni, riassunto solo il 5% dei lavoratori pesaresi

di 

24 aprile 2012

ANCONA – Si è discussa oggi in Consiglio Regionale l’interpellanza proposta dal “Fronte di Azione Popolare PU” e presentata dal consigliere Enzo Marangoni sulla discriminazione subita dai lavoratori, ex dipendenti della Antonio Merloni, residenti nel pesarese. Dei 350 lavoratori marchigiani reintegrati, sono stati riassunti solo il 5% dei lavoratori residenti nella provincia di Pesaro (solo 2 su 40), senza tener conto tra l’altro delle situazioni monoreddito e di coniugi lavoratori dei quali, nemmeno uno reintegrato. Fuori dell’aula del consiglio e durante la discussione, era presente una nutrita delegazione di operai guidata dal FAP, nonché sindaci e rappresentanti delle amministrazioni dei comuni pesaresi coinvolti.

Antonio Merloni, la mobilitazione continua per gli operai pesaresi

Giacomo Rossi, presidente del FAP afferma: “L’assessore Luchetti ha dichiarato che non c’è stata discriminazione territoriale e che che ci sono “ampi margini di discrezionalità della società acquirente” nel decidere le riassunzioni. Il consigliere Marangoni, come noi, si è dichiarato giustamente insoddisfatto di tale risposta, sia perchè i numeri sono incontrovertibili, sia perchè la regione Marche ha comunque investito ben 16,3 milioni di euro e, per questo, non può ora lavarsene le mani o essere estranea alla vicenda”. Insoddisfatti della risposta dell’assessore anche i lavoratori pesaresi presenti. Rincara Rossi: “Lo stato di mobilitazione non può che continuare. A giorni coinvolgeremo anche la nostra Provincia che sull’argomento ha clamorosamente taciuto, così come lo sono stati i consiglieri regionali eletti nel pesarese. Ci auguriamo per lo meno che il tavolo sull’accordo di programma previsto per venerdì 27 a Roma , porti buone notizie per i nostri lavoratori”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>