A 19 secondi dal sogno. Il PesaroFano (3-3 a Cagliari) esce imbattuto dai playoff di A2

di 

3 maggio 2012

NAUTICA STORE CAGLIARI – ITALSERVICE PESAROFANO 3-3 (1-1 d.t.r.; 1-0 p.t.; and. 0-0)
NAUTICA STORE CAGLIARI: Marimon, Melis, Sartori, Manunza, Zancanaro, Ruggiu, Arrais, Massa, Barbarossa, Cavalli, Taborda, Murru. All. Zuddas
ITALSERVICE PESAROFANO: Cavanhi, Pinguim, Ditommaso, Fabbroni, Sapinho, Fraccaro, Pizetta, Guinho, Perez, Costa, Cesaroni, Barbera. All. Marques
ARBITRI: Enrico De Poli (Mestre) e Luca Rutigliano (Bari), crono Stefano Pani (Oristano)
MARCATORI: 3’14” Taborda (CA) del p.t.; 4’41” Sapinho (PF) del s.t.; 2’05” Guinho (PF) del p.t.s.; 1’15” Ruggiu (CA), 1’50” Sapinho (PF), 4’41” Massa (CA) del s.t.s.
AMMONITI: Manunza (CA), Taborda (NS), Cesaroni (PF)

 

Italservice PesaroFano

L'Italservice PesaroFano 2011-2012

CAGLIARI – A testa alta. Anzi altissima. In terra sarda il PesaroFano pareggia contro il fortissimo Cagliari al termine di 50 minuti tiratissimi ma non accede alla finale playoff di serie A2 girone A in virtù d’un peggior piazzamento al termine della stagione regolare. Tanta amarezza in casa biancorossa-granata, visto pure l’andamento del match che faceva seguito allo 0-0 del palaFiera di venerdì scorso, ma anche la consapevolezza di aver fatto qualcosa di grande che per pochissimo – cioè 19 secondi – non è stato grandissimo.

Onore al Nautica Store Cagliari che andrà a giocarsi la finale contro il Loreto. Un plauso fragoroso però va tributato al PesaroFano che pure era andato in svantaggio dopo poco. Al palaConi, nel capoluogo isolano, erano passati poco più di 3 minuti quando Taborda, su punizione, supera il portierone dell’Italservice Cavanhi decretando l’1-0 interno. I ragazzi di Marques provano a reagire puntando la porta dell’ottimo Morimon. Non passano però nei primi 20 minuti, nonostante una prestazione più che positiva.

Dopo nemmeno 5 minuti di ripresa il pareggio. A siglarlo è Sapinho, che esulta da portiere di movimento dopo aver ricevuto palla da Thiago Costa. I cagliaritani rischiano grosso quando Pinguim e capitan Ditommaso hanno la palla del vantaggio. Finisce 1-1 e si va ai supplementari, come da regolamento.

Guinho, sempre in situazione di superiorità numerica per via della scelta di Gil Marques di utilizzare un giocatore di movimento in più, tira verso la porta cagliaritana. Prima conclusione ribattuta, sulla seconda il giocatore del PesaroFano fa scoppiare dalla gioia l’entourage marchigiano: è 2-1. Un risultato che qualificherebbe l’Italservice, ma Ruggiu, all’inizio del secondo tempo supplementare, impatta.

I biancorossi-granata, pur stremati, sono encomiabili. Continuano ad attaccare ed esultano per la seconda rete di giornata di Sapinho Zanatta. C’è da stringere i denti per un paio di minuti e la missione sarebbe compiuta. Quando il cronometro segna meno 19 secondi, però, Massa – pure lui impiegato da portiere di movimento – supera Cavanhi e dà la qualificazione ai ragazzi di Zuddas.

Delusione in casa PesaroFano ma la certezza di aver dato, e forse anche di più, per il coronamento di un sogno. Resta una stagione positivissima. Chapeau. E in bocca al lupo al Cagliari dell’ex Sartori. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>