Domenica a Urbino in scena il Teatro per ragazzi con “Voglio la Luna!”

di 

5 maggio 2012

URBINO – Volge al termine Urbino in scena, stagione del Teatro Sanzio promossa dal Comune di Urbino e dall’AMAT. Domenica 6 maggio l’ultimo appuntamento in cartellone dedicato agli spettatori più piccini è con Voglio la luna!, spettacolo finalista al Premio Scenario Infanzia 2010 messo in scena da Teatro Pirata in collaborazione con Gruppo Baku, tra le formazioni che aderiscono a “Matilde. Piattaforma regionale per la nuova scena marchigiana” ideata e sostenuta dalla Regione Marche e dall’AMAT..

Voglio la Luna

A rendere particolare gli ambienti dell’ingresso del Teatro c’è una sorpresa: per tutto il fine settimana, in accordo con la direzione del periodico “Topolino”, nel foyer del Teatro saranno esposte le tavole a fumetti di «Pippo della Francesca e il ritratto del complotto». La storia – ambientata ad Urbino – è stata pubblicata negli ultimi giorni del 2011 e il volumetto è subito andato a ruba. Il tributo della redazione di “Topolino”a Urbino era stato unanimemente apprezzato e l’Assessorato comunale al Turismo ha preso contatti per esporre in città le strisce del celebre fumetto. Il direttore e la redazione di Topolino hanno subito simpaticamente risposto in modo positivo.

Tornando a Voglio la luna!, “l’’idea di questo spettacolo – proposto nell’ambito della rassegna provinciale Andar per fiabe realizzata su iniziativa dell’Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino – nasce dall’incontro con Fabio, un ragazzo affetto dalla sindrome di Down”, annota la compagnia nella scheda di presentazione. “Fabio ha uno sguardo aperto al mondo come quello dei più piccoli e la capacità di credere che se si vuole davvero qualcosa sia possibile ottenerla. Per questo non poteva essere che lui l’unico interprete di questa storia, che in sé racchiude il senso più profondo della nostra operazione: rendere una cosa impossibile possibile.”

Fabio è nella sua cameretta, alle prese con i suoi giochi ma soprattutto con comandi, raccomandazioni e rimproveri della mamma. Non è per niente tranquillo, gli sembra che le cose non vadano mai come lui vorrebbe e di non poter far niente per cambiarle. Finché una notte, come per magia, viene svegliato da un soffio di vento e si accorge che lì, proprio nella sua camera, è venuta a trovarlo la luna! È bellissima, grande, luminosa… giocano insieme e poi lei, così come è arrivata, scompare. Fabio non è mai stato così felice. Decide che vuole averla a tutti i costi e parte per una fantastica avventura alla fine della quale riesce a catturare la luna e a portarla in camera sua. Gli sembra che tutti i suoi problemi siano finiti per sempre, solo che Fabio non sa che nel mondo, senza più la luna nel cielo, i problemi sono appena cominciati. Comprenderà allora che non sempre si può volere tutto per sé ciò che appartiene anche agli altri… e con un gesto magico e poetico deciderà di condividere lo splendore della luna con il pubblico dei bambini. La storia è accompagnata dalla narrazione, dalla musica dal vivo e da scene di teatro di figura con pupazzi e ombre.

Ideazione, drammaturgia e regia di Voglio la luna! sono di Simone Guerro, Lucia Palozzi. Gli attori in scena sono Ilarla Sebastianelli, Fabio Spadoni e Simone Guerro, allestimento e figure sono di Ilaria Sebastianelli ed Alessio Pacci.

Al termine dello spettacolo sarà offerta una merenda a tutti i bambini che avranno così la possibilità di incontrare gli artisti appena visti sul palcoscenico. Biglietti posto unico numerato euro 8, ridotto da 4 a 14 anni euro 5. Informazioni e vendita al botteghino del Teatro Sanzio 0722 2281. Inizio spettacolo ore 17.

In occasione dello spettacolo sarà possibile inoltre parcheggiare gratuitamente nel parcheggio sotterraneo di Borgo Mercatale. Info: Amat, Uffici di Pesaro tel 0721 3592515 – 366 6305500.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>