Giovedì al Sanzio la nuova danza italiana di Anticorpi Explo

di 

7 maggio 2012

URBINO – Giovedì 10 maggio la danza torna protagonista ad Urbino in scena 2011-2012, ricca ed articolata stagione realizzata nella collaborazione consolidata e pluriennale fra assessorati alla cultura e al turismo del Comune di Urbino e l’Amat.

Do not, maybe

Do not, maybe

Il palcoscenico del teatro Sanzio accoglie l’ormai consueto appuntamento con la nuova danza italiana nella serata Anticorpi Explo che vede protagonisti tre progetti di giovani talenti – Paolo Amerio e Angela Rabaglio, Martina Cortellazzo, Leonardo Diana – che nell’ultimo anno, per qualità e originalità, sono emersi dalla “Vetrina giovane danza d’autore” promossa dal network Anticorpi XL.

Lo spettacolo è anche una tappa di TeatrOltre, rassegna giunta alla ottava edizione e promossa dal Comune di Urbino, dall’Amat e dalla Provincia di Pesaro e Urbino che quest’anno, accanto alle sue “sedi storiche” Pesaro ed Urbino, “trova casa” da marzo a maggio anche nei teatri di Macerata Feltria, Mondavio, Senigallia ed Urbania.

In Do not, maybe, di Paolo Amerio e Angela Rabaglio, l’atmosfera si ispira ad un tennis club e prevede un delicato connubio tra sport ed eleganza. Magnetismo ed attrazione si alternano a momenti di puro gioco, mentre la mente oscilla nostalgica tra l’esigenza di apparire e quella di scoprirsi da un punto di vista più profondo. I danzatori – su musiche di Dave Krooshof – sono immersi in un continuo estremo dialogo tra loro stessi, il tempo e lo spazio.

Una cuoca ci conduce lungo il confine tra i movimenti quotidiani del cucinare e quelli astratti della danza attraverso una ricetta, nella performance The cut-tuk show di Marta Cortellazzo: a partire dal tono tecnico del “Pollo marinato alla chutney di prugne e zenzero”, caratterizzato da gesti unici e precisi, è come se il mondo della cucina diventasse il luogo in cui gradatamente prendessero piede divagazioni fisiche appartenenti ad un altro inconciliabile mondo. Le musiche sono di musica Nicola Conte e Cristiano Malgioglio. Il montaggio musicale e i suoni sono curati da Roberto Lanciai, il disegno luci da Enrico Berardi e i costumi sono di Giovanna Gech e Martina Cortelazzo.

Verso la luce è un brano ideato e danzato su musica di Airchamber3 da Leonardo Diana, bravissimo performer che attraverso tre quadri e con incessante energia fisica mette in scena una ricerca d’identità: nella prima parte dialogando col suo doppio psichico, nella seconda snodandosi e contorcendosi come un meccanismo difettoso, infine cambiando pelle per rinascere in una nuova dimensione. Il video è di Marzia Maestri, la poesia di Gertrude Stein, i costumi di Lucia Castellana e le luci di Mario Bacciottini.

Per informazioni e biglietti teatro Sanzio 0722.2281, Amat (biglietteria di Pesaro) 0721.1836768. Inizio spettacolo ore 21.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>