“Il casello a nord non s’ha da fare”. Rimane S. Veneranda

di 

7 maggio 2012

ROMA – Stretta finale sul casellino di Santa Veneranda. Sì, di Santa Veneranda, visto che il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, l’assessore provinciale Massimo Galuzzi (il presidente Matteo Ricci era impegnato in consiglio) e l’omologo in Regione Luigi Viventi a Roma hanno ricevuto da società Autostrade e Anas un secco no a soluzioni alternative.

casello

I contrari si mettano l’anima in pace: più a nord il casello dell’A14 non s’ha da fare. Così l’incontro romano dei nostri amministratori, programmato per oggi a mezzogiorno, è servito per sapere quali opere compensative supplementari si potrebbero ottenere se si optasse per l’opzione a valle, accantonando quella a monte votata dal consiglio comunale mesi fa.

Bene, oltre alla circonvallazione di Santa Veneranda e alla bretella di collegamento tra la Montelabbatese (all’altezza Gamba) e l’attuale casello, oltre a una serie di opere per allacciare l’attuale uscita con l’Urbinate, e oltre al raddoppiamento dell’interquartieri laddove oggi c’è una corsia sola, società Autostrade e Anas si sono impegnate – in caso di secondo casello a valle – a finanziare il completamento dell’interquartieri di Muraglia. Non si sono buttati via nemmeno per realizzare loro stessi questa arteria, anche se ogni decisione è rimandata al consiglio comunale che, ironia della sorte, è in programma stasera alle 20.30.

Il sindaco Luca Ceriscioli relazionerà sull’incontro di oggi a mezzogiorno, e non è nemmeno escluso che si possa subito chiedere un parere alla pubblica assise tramite apposita votazione. Sempre che non si scateni una delle solite baruffe retoriche. L’argomento è delicato, certo, però è anche ora di darci un taglio e decidere. Definitivamente.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>