Volley, playoff Prima divisione: al ritorno la Montesi va ancora meglio

di 

7 maggio 2012

G. S. N. MONTESI PESARO – A.S.D.G.S. VOLLEY SAN PIETRO 3-1
G. S. N. MONTESI PESARO
: Arceci, Calandrini, Castellani, Conti, Giagnolini, Ortolani, Paoletti, Solforati, Vitti, Zangheri, Zazzeroni, Laise (L). All. Antonini
A.S.D.G.S. VOLLEY SAN PIETRO: Barbaresi, Bernardini, Ceccolini, Del Prete, Maffei, Magi, Principi, Roselli, Santangeli, Siano, Sperandio (L). All. Bertozzi
ARBITRI: Santoniccolo e Merendoni
PARZIALI: 28-30, 25-20, 25-20, 25-20

 

PESARO – Continua l’avventura nei playoff di Prima Divisione per la Montesi Pesaro che elimina in una doppia sfida dall’alta tensione emotiva il Volley San Pietro.

Nella gara d’andata, i ragazzi di Antonini hanno avuto la meglio solo al tie-break. Vittoria più netta invece al ritorno, dove non c’è stato bisogno del quinto set.

Andamento piuttosto regolare ed equilibrato nel primo parziale. La Montesi ha qualche marcia in più, ma non spinge mai fino in fondo favorendo le improvvise accelerate del San Pietro. La coppia micidiale di schiacciatori formata da Arceci e Solforati non basta a domare gli ospiti che di riffa o di raffa vincono ai vantaggi.

L’equilibrio si rompe dal secondo set, con l’ingresso nella Montesi di Vitti. Il centrale sfrutta il servizio e i primi tempi per creare un gap ben marcato dagli avversari. Il San Pietro perde lentamente il controllo della partita e soffre ancor di più per i cali di concentrazione in ricezione.

Il match procede con alti e bassi in entrambi i quadrati di gioco, ma agli ospiti non viene mai concessa un chance per rientrare in partita. La Montesi si dimostra superiore fino alla fine e si guadagna l’accesso alla finale. Il San Pietro esce a testa alta e chiede (scherzosamente) di vietare l’ingresso in campo in queste a categorie a giocatori troppo forti. E’ frustrante infatti giocare quando dall’altra parte del campo ci sono atleti del calibro di Arceci e Solforati che regalano giocate che in una Prima Divisione forse non si sono mai viste.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>