Basket: ecco i migliori della stagione regolare

di 

8 maggio 2012

PESARO – Si è conclusa la regular season e, come fanno in Nba, siamo pronti a dare i nostri voti ai migliori protagonisti della stagione, già certi che i playoff potranno ribaltare giudizi e scelte. Non si sono presi in considerazione giocatori che non hanno giocato almeno la metà delle partite o che hanno finito l’annata in altre leghe (ad esempio il “romano” Dedovic, il “cremonese” Wafer, il “canturino” Perkins o Danilo Gallinari).

 

Scavolini Siviglia-Milano, Daniel Hackett

Un'immagine di Scavolini Siviglia-EA7 Armani Milano (foto Marco Giardini)

MIGLIOR GIOCATORE DELLA STAGIONE

David Andersen (Montepaschi Siena)
Cercando di premiare un giocatore della squadra prima in classifica, la scelta è caduta sull’australiano con passaporto danese Andersen. Trentadue anni, già protagonista della tripletta della Virtus Bologna nel 2001, David ha vinto diversi titoli nazionali e due Euroleghe con le maglie del CSKA e del Barcellona, prima di tentare il salto oltreoceano con le casacche di Houston, Toronto e New Orleans. La sua immensa tecnica cestistica lo rende più adatto ai campionati europei e la Montepaschi lo richiama in Italia per provare a vincere il sesto scudetto di fila. I suoi 211 centimetri ne fanno un avversario difficilmente marcabile a queste latitudini, e Andersen è l’uomo al quale Pianigiani affida il pallone nei momenti delicati in una stagione che ha visto Siena scendere qualche gradino per avvicinarsi ai comuni mortali. Chiude la stagione con 14,8 punti, 5,6 rimbalzi e il 52.8 % da due.

 

MIGLIOR GIOCATORE ITALIANO

Luigi Datome (Acea Roma)
Nella sfortunata stagione romana, Datome trova il modo di emergere alla grande, migliorando tanto nel tiro da tre (40%), mentre dalla lunetta è praticamente infallibile, con soli cinque errori su 65 tentativi per uno straordinario 92% (nel girone di ritorno percorso netto con 37 su 37). Anche a rimbalzo Gigi ha dato il suo notevole contributo, diventando un’ala grande di valore internazionale, chiamato a essere protagonista anche in estate con la nazionale di Pianigiani, chiude la stagione con 14,1 punti, 5 rimbalzi e il 58,9% da 2.

 

MIGLIORE UNDER 23 ITALIANO
Achille Polonara (Banca Tercas Teramo)
Grande finale di stagione per l’anconetano Polonara, capace di segnare anche 34 punti in una singola gara contro Montegranaro. Le sue doti di saltatore erano già note da tempo (ha partecipato alla gara delle schiacciate all’All Star Game di Pesaro), ma quest’anno ha aggiunto anche un discreto tiro da tre, arma indispensabile per diventare protagonista anche in una squadra più blasonata di Teramo. Chiude con 8,2 punti e 4,4 rimbalzi.

 

MIGLIOR ALLENATORE

Romeo Sacchetti (Banco di Sardegna Sassari)
Sassari gioca il basket più divertente d’Italia da almeno un paio di stagioni, grazie alla libertà di esprimersi che coach Sacchetti lascia ai suoi giocatori (chiedere a White per esempio). Convinto sostenitore che le partite si vincono facendo un punto in più degli avversari, il Meo nazionale ha affidato ai cugini Diener la licenza di colpire ad ogni azione, innescando anche i pivot con giocate spettacolari. Aiutato dallo splendido pubblico sassarese che ha fatto del palaSerradimigni un bunker difficilmente espugnabile, il Banco di Sardegna arriva ai playoff per il secondo anno consecutivo con intenzione di non fermarsi solo ai quarti di finale.

 

PRIMO QUINTETTO

Play: Bo Mc Calebb (Montepaschi Siena)
Guardia: Drake Diener (Banco di Sardegna Sassari)
Ala Piccola: Andre Smith (Otto Caserta)
Ala Grande: David Andersen (Montepaschi Siena)
Pivot: Linton Johnson (Sidigas Avellino)

 

SECONDO QUINTETTO

Play: Richard Hickman (Scavolini Siviglia Pesaro)
Guardia: Aubrey Coleman (Angelico Biella)
Ala Piccola: James White (Scavolini Siviglia Pesaro)
Ala grande: Quinton Hosley (Banco di Sardegna Sassari)
Pivot: Victor Sanikidze (Canadian Solar Bologna)

 

TERZO QUINTETTO

Play: Travis Diener (Banco di Sardegna Sassari)
Guardia: Taquean Dean (Sidigas Avellino)
Ala piccola: Yakhouba Diawara (Cimberio Varese)
Ala grande: Jumaine Jones (Scavolini Siviglia Pesaro)
Centro: Ioannis Bourousis (E7 Emporio Armani Milano)

 

MIGLIOR QUINTETTO ITALIANO

Play: Giuseppe Poeta (Canadian Solar Bologna)
Guardia: Daniel Hackett (Scavolini Siviglia Pesaro)
Ala piccola: Pietro Aradori (Montepaschi Siena)
Ala grande: Luigi Datome (Acea Roma)
Pivot: Marco Cusin (Scavolini Siviglia Pesaro)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>