Volley, la Fipav autorizza quattro straniere per squadra

di 

8 maggio 2012

 

PESARO – Il sito web informa che “Si è volta l’assemblea delle società consorziate di Lega Pallavolo Serie A Femminile.
 Tra i vari punti all’ordine del giorno sono stati illustrati i contenuti del confronto con la Federazione sulle nuove norme relative alla riforma dei campionati di Serie A1 e A2 femminili e sulle condizioni di ammissione ai prossimi campionati.

Dai dati presentati relativi al campionato di A1 complessivamente hanno assistito alle 131 gare disputate tra Regular Season e Play Off Scudetto ben 260.561 spettatori con una media-gara pari a 1.989 spettatori, con un incremento rispetto alla stagione scorsa quando la media di spettatori per gara fece segnare quota 1.976. In particolare, nella Regular Season 2011/12 la media di presenze per gara è stata di 1.953 spettatori, mentre nei Play Off Scudetto sono stati ben 51.003 gli appassionati che hanno seguito live la propria squadra del cuore nella corsa al tricolore. Solo nelle cinque partite di Finale Scudetto tra Yamamay Busto Arsizio e MC-Carnaghi Villa Cortese, si sono registrate 23.230 presenze sugli spalti del PalaYamamay di Busto Arsizio e del PalaIper di Monza.
 Il massimo campionato di pallavolo femminile ha fatto registrare numeri straordinari anche in televisione. Dai dati diffusi da Rai Sport, infatti, nella stagione 2011/12 (comprendendo le 41 gare trasmesse tra Regular Season, Play Off, Coppa Italia e Supercoppa Italiana) si registra un incremento del 30% nella media gara (69.784 nel 2010/11, 90.896 nel 2011/12) con un’audience totale che ha toccato quota 3.726.746 telespettatori. Nei soli Play Off Scudetto il totale è stato di 1.898.129 spettatori, per una media/gara pari a 126.542 spettatori, con un aumento del 14% in confronto alla scorsa stagione quando la media audience nella post season era stata di 112.249 (+13%). Esaltante anche il dato dei contatti di Sportube.tv, la web-tv ufficiale di Lega Pallavolo Serie A Femminile: nelle 34 partite trasmesse quest’anno si è registrata una media di oltre 10.000 visualizzazioni per gara per un totale di 342.296 contatti. Nel corso dell’anno, in diverse circostanze, le partite trasmesse da Sportube hanno toccato picchi superiori ai 15.000 contatti, sfiorando in un’occasione anche i 20.000. ”.

Un aspetto importante per il futuro della pallavolo femminile riguarda l’accordo con la Fipav sulle quattro straniere, a prescindere dall’età. Niente più problemi con le under, come accadde la scorsa stagione quando si registrò il “Caso Novara”.

Infatti, la Fipav ha approvato per la serie A1 “un campionato a 12 squadre con stagione regolare a 22 giornate. Le italiane a referto devono essere almeno 6 a referto, delle quali almeno 3 sempre in campo su 7. Le prime 8 al termine della stagione regolare sono qualificate ai playoff scudetto; 2 squadre retrocedono in A2”. Alberico Miniucchi, vice presidente della Scavolini Volley ma anche della Lega Pallavolo Femminile Serie A, ha espresso soddisfazione per l’accordo raggiunto che consentirà alle società italiane di puntare su giovani talenti a spese più contenute: “Non potendo competere con i club più ricchi di altri Paesi, possiamo fare valere le nostre qualità tecniche e dirigenziali”.

A proposito delle Under, ecco il testo approvato dalla Fipav: “In considerazione dell’intero progetto di sostegno alla crescita delle giovani italiane e delle società, l’obbligo di partecipazione di atlete italiane sempre in campo nella serie A1 sarà portato a 4 su 7 dalla stagione 2014-15. In merito all’utilizzo di atlete straniere under 22, saranno concesse 30 licenze per atlete straniere over 19-under 22 che la Lega provvederà a distribuire tra i club di A1e A2 senza alcun obbligo di schierare contemporaneamente in campo un’atleta under 22 italiana”. A proposito di straniere, secondo la sempre informatissima Giada Biagioli, la bravissima ungherese dell’Asystel Novara, Dora Horvath, sarebbe in procinto di firmare per la Yamamay Busto Arsizio. Horvath sostituirebbe Havelkova. Inoltre Busto Arsizio punterebbe su Valentina Arrighetti per sostituire la franco-norvegese Bauer. Su Arrighetti ci sarebbe anche Villa Cortese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>