Blitz dei finanzieri in 58 agriturismi: il 20% non emetteva scontrino

di 

10 maggio 2012

Guardia di Finanza

PESARO – Agriturismi, bed and breakfast, centri benessere e ristoranti. Blitz della guardia di finanza che in quattro giorno ne hanno controllati 58. La notizia è che il 20% non emettevano scontrini o ricevute ai clienti. In un caso, il titolare di un agriturismo ha negato al cliente l’utilizzo del pagamento con bancomat dicendo che il pos era rotto per non dover emettere lo scontrino.

“Abbiamo controllato queste attività turistiche perché era un obiettivo indicato dal comando generale – spiega al Resto del Carlino Francesco Pastore, il comandante provinciale della guardia di finanza – E’ da rimarcare il fatto che proprio in quei giorni abbiamo ricevuto al nostro centralino tante segnalazioni su mancati rilasci di scontrini negli agriturismo. Posso dire che dall’inizio dell’anno sono state 336 le violazioni accertate per i mancati scontrini o ricevute. Significa che il fenomeno è molto diffuso e che occorre mantenere alta la guardia su questo fenomeno. Va aggiunto che sono pur sempre una netta maggioranza gli esercizi commerciali che si sono dimostrati corretti e in regola con la legge. Dunque, sull’esempio di quest’ultimi è auspicabile che ci sia un allargamento della fascia di imprenditori che emettono regolare ricevuta”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>