La Confart alza la voce: “Giù le mani dai Bronzi di Pergola”

di 

11 maggio 2012

PESARO – La Confartigianato Imprese di Pesaro e Urbino appoggia pienamente la battaglia del Sindaco di Pergola Francesco Baldelli, contro la decisione del Ministero dei beni Culturali che vuole affidare la custodia dei Bronzi dorati di Pergola ad Ancona, contrariamente a quanto deciso in precedenza dalle istituzioni. I “Bronzi” dovrebbero infatti essere esposti in modo permanente nel Museo della città di Pergola, scrigno d’arte e di cultura, dotata di un museo efficiente, climatizzato e tecnologicamente fra i più avanzati d’Europa e dopo un investimento economico che ammonta a circa due miliardi delle vecchie lire.

Bronzi dorati di Pergola

I Bronzi dorati di Pergola

Il prezioso “Gruppo Equestre” ha la sua naturale collocazione nella città in cui è stato ritrovato; i 127 mila visitatori paganti in soli 10 anni stanno a testimoniare come l’esposizione dei Bronzi sia stata ben curata, promossa ed organizzata.

La città di Pergola attorno ai “Bronzi Dorati” ha creato infatti una politica produttiva di grande successo, basti considerare le oltre 50.000 presenze agli eventi, tra le quali la “Fiera del Tartufo” alla cui buona riuscita ha collaborato anche la Confartigianato Imprese di Pesaro e Urbino.

Grazie al ricco programma di iniziative, avviato in questi ultimi anni dall’Amministrazione Comunale, Pergola è risultata, nel 2010, la cittàmarchigiana con il maggior incremento di presenze turistiche; rispetto all’anno precedente, infatti, il numero di soggiornanti è cresciuto del 28%.

La Confartigianato, a nome di tutti gli artigiani del territorio dell’alta valle del Cesano e dei pergolesi, ritiene del tutto fuori luogo le iniziative politiche finalizzate a trasferire i “Bronzi” ad Ancona in modo permanente ed appoggia il Sindaco Baldelli nella sua battaglia per mantenere l’opera d’arte nel suo paese.

I “Bronzi”, uniti alle bellezze monumentali, naturali e paesaggistiche, all’enogastronomia e alla valenza dell’artigianato artistico, contribuiscono in modo determinante allo sviluppo turistico ed economico di una delle più belle cittadine della nostra Provincia.

Dichiara il Presidente Provinciale di Confartigianato Learco Bastianelli: “la nostra associazione è impegnata da sempre a promuovere il binomio vincente turismo/artigianato artistico ed è profondamente convinta che la politica dovrebbe, al contrario, assumere iniziative per l’ulteriore valorizzazione delle zone interne della nostra regione anche per incrementarne l’economia, perché è ampiamente dimostrato che ogni ipotesi di sviluppo turistico ed economico non può prescindere da una perfetta integrazione tra costa ed entroterra”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>