Blitz antidroga nell’entroterra: arrestate tre persone

di 

12 maggio 2012

SALTARA – Nel corso di un’attività di indagine e di controllo del territorio finalizzata al contrasto dei reati connessi al traffico delle sostanze stupefacenti destinate al mercato locale, i militari della stazione carabinieri di Saltara, nei giorni scorsi, hanno eseguito due operazioni antidroga nell’ambito delle quali sono stati arrestati due persone, note alla giustizia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Polizia droga arresti

Droga, soldi e oggetti vari sequestrati dai carabinieri

Il primo arresto è stato effettuato nei confronti di un 25enne studente, originario di altra regione, trovato in possesso di un grammo circa di metanfetamina, otto francobolli imbevuti di Lsd (allucinogeno) ed alcuni grammi di hashish che deteneva per lo spaccio in favore di giovani frequentatori di locali di ritrovo del luogo. Altro arresto è stato invece eseguito nei confronti di un 57enne residente a Fano, trovato in possesso di 40 grammi circa di cocaina, un bilancino elettronico di precisione e vario materiale idoneo a confezionare le dosi di stupefacente da destinare all’attività di spaccio. L’attività investigativa condotta dal personale dell’Arma di Saltara si è sviluppata con l’attuazione di diversi e pazienti servizi di osservazione e controllo espletati nei pressi di locali pubblici della zona di Saltara, Cartoceto e Fossombrone, cioè in bar, pub e sale giochi, solitamente frequentati da giovani consumatori di sostanze stupefacenti dediti all’uso di cocaina, hashish e sostanze allucinogene, che si rifornivano dai due arrestati. Lo stupefacente ed il materiale rinvenuto sono stati sottoposti a sequestro, mentre i due uomini, invece, sono stati tradotti nel carcere di Pesaro.

Un terzo arresto è stato inoltre eseguito dai militari nei confronti di un 33enne nigeriano, anch’egli noto alla giustizia, che deve scontare la pena di quasi tre anni di reclusione per una condanna inflittagli dal tribunale di Pesaro perché responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Anche lui è stato tradotto nel carcere di Pesaro.

Infine, diversi giovani del circondario sono stati segnalati alla Prefettura di Pesaro e Urbino quali consumatori di sostanze stupefacenti, in quanto trovati in possesso di piccole quantità di stupefacenti che detenevano per uso personale, per l’adozione dei provvedimenti amministrativi di competenza, fra i quali la sospensione della patente di guida e la sottoposizione a programma terapeutico riabilitativo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>