Festa del basket per 12 ore alla “vecchia casa di Giommi”

di 

13 maggio 2012

TAVULLIA – Una festa dello sport. Anzi, di più. Perché a la “vecchia casa di Giommi” non  si sono visti solo i campioni di ieri, di oggi e, forse, di domani. Si è vista una grande famiglia legata dall’amore per il basket. Lì, nella “vecchia casa di Giommi”, c’era anche  Giorgio Giommi, “the voice” della Victoria Libertas, speaker per eccellenza del basket scavoliniano. lì, nella “vecchia casa di Giommi”, sabato si sono date appuntamento oltre mille persone, tra partite di basket, musica, giochi, tuffi in piscina, buffet e immancabili premiazioni. Dodici ore ad alta intensità per il quarto torneo di basket “La vecchia casa di Giommi” e il secondo memoriale Giuseppe Bianchi.

Riportiamo il commento via facebook sulla bacheca di Noi, Pesaro e il basket: “Posto fantastico, lo staff, di prim’ordine, nulla è stato lasciato al caso, le oltre 1000 persone “transitate” nell’arco delle 12 ore pomeridiane, sono state accolte come amici di tutti i giorni, ognuno si è sentito a casa propria, riverito e servito….. oltre al ringraziamento a LORENA BIANCHI, al figlio Luigi-Maria ed un grandissimo Paolo Ercoles, vorrei ringraziare Luigi, che con la sua chitarra e la sua voce ci ha deliziato di un repertorio di canzoni per tutti i gusti……….SIETE STATI FANTASTICI”.

Ogni anno, da quattro anni a questa parte, la signora Lorena Bianchi e i suoi collaboratori dell’associazione culturale “Oltre la maschera” di Riccione, organizza nella “vecchia casa di Giommi” un torneo di basket 3 contro 3 aperto a bambini e adulti. Una vera e propria sana, genuina festa dello sport ricca anche di musica, giochi, poesie, bagni in piscina e ricco buffet in quello che tra cimeli e ricordi sta diventando in tutto e per tutto un piccolo museo della Victoria Libertas. Tutto completamente gratuito, dal pomeriggio fino a notte inoltrata. Tutto nel nome della Scavolini Siviglia. E per questo non è mancata la visita di grandissimi (in tutti i sensi) amici: da Walter Magnifico a Domenico Zampolini, passando per coach Pino Sacripanti e Umberto Badioli. Da Daniel Hackett al presidente Franco Del Moro, con conclusione affidata a un minitorneo di basket a notte ormai inoltrata. Un ringraziamento doveroso va a Lorena Bianchi, ai collaboratori e a tutti i partecipanti premiati con un biglietto e un ricordo. Ricordiamo che il sito internet dell’associazione è www.oltrelamaschera.it  (mail: info@oltrelamaschera.com).

LA LETTERA

II parco della vecchia casa di Giommi brulica di passione, respira di vita, di quotidiano concreto ... in fibriLlazione per Lafesta piu emozionante dell‘anno ... ogni anno rinnova L’energia per seminare un altro piccoLo seme Vorrei riuscire ad imprimere con LeparoLe queL tutto che abbraccio quando penso alla realizzazione in embrione di un grande sogno … Un cestista famoso, un amico caro, if

presidente, lallenatore, un vecchio campione, un nonno coLbastone, un tifoso annoso, una mamma col passeggino ... riusciro a trasmettere La meraviglia, 10 stupore che massale, mi travoLge? La gioia enello scoprire if sorriso di tanti, Lastretta di mana nella fiducia, il coraggio di pensare che tutto epossibile se Laspinta esemplicemente l’amore ... L’anno scorso Daniel Hackett ha giocato coi ragazzi, ha parlato coi bambini, ha firmato il campo, Walter Magnifico estato magicamente magnifico, con la pazienza da certosino e Lasua autentica umanita ha dipinto di gioia e demozione il torneo e il tempo insieme e questanno chi passera a lasciare traccia dell’esserci stato?

Ai Cavaliers presenti sempre, attenti e capaci, un grazie di cuore coLcuore grande. A Walter Magnifico, Domenico Zampolini, Stefano “Pino” Sacripanti, a Giorgio Giommi, a Franco Del Moro, ad Alessandro Barbalich, a Luca Dalmonte e ai ragazzi della Scavolini Siviglia, grazie perche siete un frammento carD di storia

dell’indimenticabiLe Vuelle. Grazie a Enzo Belloni, Giovanni SpadoLa, Alfredo Scari Caranna, Umberto Badioli,

Andrea Turchetto, Roberto Venerandi, Mauro Montini, Tomas Nobili, L’ApeAndrea, Luca Pentucci, Giovanni Luminati. A Marco Bedinotti, Mirko Facenda, Elisabetta Ferri. Al personal trainer Prof Danilo Ridolfi, ai fotografi, ai collaboratori, agli amici delle brandine, ai vicini di casa, ai fedelissimi, a Pasquale, a Giulia, ai voLti nuovi, a Maria Chiara.

Un grazie particolare ad Ilaria Della Chiara per if mondo vivace dei bimbi in crescita che amorevolmente aiuta a crescere ... Grazie a mio padre, a cui ededicato questo secondo memorial, per avermi insegnato a creare con Lafiducia, Lapositivita, lapertura verso laltro, Laliberta e la forza delle mie

piccole mani questa even to che spero regali gioia a tanti e non muoia maio Ringrazio mio figlio Luigi Maria per avermi trasmesso la passione per if basket. Ringrazio fin dora tutti coloro che hanno collaborato alla nascita del nostro Museo

Vuelle e tutti coloro che collaboreranno alla sua crescita. Vi abbraccio di sentimento mite.

LORENA BIANCHI

LE FOTO a cura di Massimiliano Fraternale Meloni

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>