Aguzzi: “Servizio idrico, il mio è stato un lavoro serio e onesto”

di 

14 maggio 2012

di Stefano Aguzzi

Seguo con attenzione il dibattito che sta caratterizzando la gestione e il futuro del servizio idrico.

Ho detto più volte che le motivazioni, portate avanti dal Comitato per l’acqua pubblica, hanno di fondo un principio che condivido, non per niente ho sostenuto anche io il referendum dello scorso anno.

Stefano Aguzzi

Stefano Aguzzi, sindaco di Fano

Con onestà intellettuale do atto al Comitato che hanno delle buone motivazioni, mi aspetterei che, con altrettanta onestà intellettuale, mi si riconosca un lavoro serio e onesto svolto in questi anni.

  • Se oggi a Fano si può ancora discutere su come gestire in futuro un bene prezioso come l’acqua è perché questa Amministrazione non l’ha ancora privatizzata come hanno fatto, invece, gran parte dei comuni della nostra Provincia e la Provincia stessa;

  • all’indomani del Referendum dello scorso anno invitai personalmente il Presidente Spacca e la Giunta regionale a convocare un tavolo con gli amministratori locali per creare una Azienda regionale di gestione dell’acqua, cosa oltretutto che non è mai avvenuta.

La differenza tra chi amministra e chi invece non ha ruoli di Governo, ma solo di opposizione, è che a volte occorre mediare tra le posizioni di principio che si condividono personalmente e le condizioni di legge che ti spingono e obbligano a fare scelte diverse. Tuttavia, ritengo che per quanto riguarda i servizi inerenti l’acqua, ci siano ancora possibilità di scelta che possano coniugare in modo positivo i principi che mi animano e le normative vigenti.

Spero che in questo percorso il Comitato tenga un atteggiamento aperto verso questa Amministrazione e non prenda invece posizioni dettate meramente dall’appartenenza politica.

*sindaco di Fano 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>