Snoopy, il presidente Rossi: “Bello il sesto posto ma…”

di 

14 maggio 2012

PESARO – Ha il sapore di una sfida vinta il sesto posto conquistato dalla B1 della Snoopy al suo primo anno in categoria. Ne è convinta il presidente, Barbara Rossi, che ha avuto il merito e il coraggio di puntare sulle giovani: “Ho ricevuto diverse critiche per la mia scelta – spiega – ma le ragazze hanno ripagato alla grande la mia fiducia”.

CENA di fine stagione per la Snoopy Volley B1

Non è stato però un anno tutto rose e fiori: “A gennaio abbiamo vissuto un momento difficile, ma ci siamo ripresi benissimo. Un calo durante una stagione ci sta, l’importante è aver dimostrato il nostro valore fino alla fine. Ci sono stati poi alcuni lati oscuri, degli episodi negativi durante questo anno che mi hanno fatto dispiacere, sui quali bisognerà lavorare per migliorarci sempre di più”

Tutto sommato però, il bilancio è positivo. “Assolutamente si. Abbiamo chiuso la stagione dell’esordio al sesto posto, davanti a formazioni esperte e che militano in B1 da diversi anni, ricevendo complimenti da tutte le parti d’Italia per il nostro progetto e il nostro gioco”.

C’è qualche persona in particolare che si sente di dover ringraziare? “Non una, ma tante. Prima di tutti Stefano Gambelli, che ha dato a questa squadra un gioco ammirato in tutta Italia. Poi Daniele Santarelli, che in un momento molto delicato si è fatto carico di una grossa responsabilità con impegno e serietà, riportando la squadra a vincere. Senza dimenticare il nostro preparatore atletico Carlinhos e il nostro dirigente Paolo Mencarini, che sono sempre stati vicino alla squadra, dimostrando grande attaccamento verso questa società; i nostri fisioterapisti, Gabriele e Claudio e Giorgette Mengarda, tutor e punto di riferimento importante per le ragazze”

Da dove si riparte per la prossima stagione? “Sicuramente dalle criticità incontrate quest’anno, che sono state tante. Pretenderò sempre di più dalla società, dalle ragazze, dai tecnici. Questo sesto posto deve essere un punto di partenza”

Siete già al lavoro per la prossima stagione. Insieme a Matteo Bertini state costruendo la Snoopy che verrà: “Ci stiamo lavorando. Siamo in una fase di ristrutturazione. Ho abbassato gli ingaggi delle giocatrici perché quest’anno l’investimento è stato fatto sull’allenatore. Abbiamo un progetto sempre più ambizioso e di qualità, che punta alle eccellenze del territorio, non solo per quanto riguarda le atlete, ma anche per i tecnici. Aver riportato un allenatore come Bertini nella provincia è un grosso risultato per noi come Snoopy, ma è anche molto importante per tutto il movimento”.

La condivisione degli obbiettivi è il primo punto per la costruzione di una società e di una squadra vincente: “Se la squadra è il prolungamento dell’allenatore, l’allenatore è il prolungamento della società. L’obbiettivo sarà quello di portare alla Snoopy ragazze che possano un giorno giocare in serie A. Bertini è la persona giusta per aiutarci in questo progetto”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>