Imprenditori fanno centro: Frecce Bianche a Pesaro

di 

15 maggio 2012

PESARO – Le “Frecce Bianche”, i treni a lunga percorrenza che transitano sulla tratta che tocca anche la nostra città, dal 1° giugno si fermeranno anche a Pesaro. E’ questo l’importante risultato raggiunto in seguito all’incontro richiesto da Claudio Pagliano, presidente di Confindustria Pesaro Urbino, a Mauro Moretti, amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato. Per l’occasione il numero uno di Palazzo Ciacchi era accompagnato da Marco Montagna, past president che, per l’organizzazione imprenditoriale pesarese, ha seguito le delicate problematiche riguardanti le infrastrutture.

I due industriali si sono recati a Roma nella giornata di ieri per segnalare le gravi difficoltà incontrate finora, a Pesaro, dall’utenza di Trenitalia per la mancanza di fermate dei treni “Frecce Bianche”, che aveva importanti ripercussioni anche sulla vita economica della nostra provincia a causa della complessità dei collegamenti che ne derivava. E’ con grande soddisfazione, quindi, che hanno accolto la personale assicurazione dell’amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato che la situazione dal prossimo mese di giugno cambierà e i treni “Frecce Bianche” serviranno anche viaggiatori della nostra città.

“Siamo molto contenti per il successo ottenuto e che abbiamo inseguito con grande determinazione perché era ora di dire basta ai pesanti inconvenienti legati alla percorrenza ferroviaria che gravavano sulla nostra città”, ha detto Pagliano con evidente compiacimento.

 

RAGGIANTI RICCI, MINARDI E DRUDI

Mauro Moretti l’aveva preannunciato tre giorni fa, con una telefonata a Matteo Ricci. “L’amministratore delegato di Trenitalia mi aveva anticipato che per Pesaro stavano arrivando buone notizie per l’estate”, conferma il presidente della Provincia.

Oggi l’ufficialità del ripristino dei treni Frecciabianca nel capoluogo, a partire dal primo giugno. Una notizia che, osserva Ricci, “rappresenta il risultato della mobilitazione portata avanti con determinazione dalla Provincia e dal consiglio provinciale, insieme alla Camera di Commercio. Un fronte comune importante, che ha portato alla decisione da tutti auspicata”. Nei giorni scorsi, il presidente della Provincia, insieme all’assessore Renato Claudio Minardi, aveva indirizzato una nota di protesta ai vertici di Ferrovie dello Stato e Trenitalia contro “il taglio di tutte le fermate dei treni Frecciabianca, ad eccezione di due fermate in direzione Milano e due in direzione Lecce, nella stazione ferroviaria di Pesaro, capoluogo di provincia. Un atteggiamento non accettabile, anche in vista della stagione estiva”. Di qui, la richiesta di presidente e assessore per “l’immediato ripristino di tutte le fermate Frecciabianca esistenti fino al novembre dello scorso anno”. Una presa di posizione concordata trasversalmente, tra l’altro, anche durante l’ultimo consiglio provinciale, dopo l’improvvisa retromarcia di Trenitalia sul ripristino degli Eurostar. Ora le buone notizie, anticipate da Moretti a Ricci, che soddisfano anche Alberto Drudi. “E’ la dimostrazione che fare sistema paga – commenta il presidente dell’ente camerale – Da mesi Camera di commercio, Provincia, Regione e Comuni hanno portato avanti questa battaglia per il territorio. Finalmente, dopo una serie di manifestazioni, è arrivata la disponibilità di Ferrovie dello Stato al ripristino di alcuni treni fondamentali per la provincia e la nostra economia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>