L’Asd Sordi Pesaro «morde» la medaglia d’oro

di 

16 maggio 2012

PESARO – Due anni fa non esistevano nemmeno, adesso vanno all’estero a giocare e tornano a casa con la medaglia d’oro al collo e il premio di mvp in tasca (assegnato al pivot Simona Cascio). E’ la bella favola delle cestiste «silenziose», vincitrici della 1ª edizione del torneo internazionale di Londra in cui hanno vinto agevolmente contro la
squadra francese di Montpellier e quindi, nella finale, hanno sconfitto le padrone di casa delle London Lionesses in una sfida tosta ed equilibrata.

L’Asd Sordi Pesaro «morde» la medaglia d’oro

Ottimo esordio in panchina della nuova allenatrice Sara Braida (giocatrice dello Sport’s School) che ha gestito le energie della truppa potendo contare soltanto su 7 giocatrici e soprattutto riuscendo a comunicare con le ragazze sorde, cosa non facile nella concitazione della gara.

Alla fine l’emozione ha travolto anche lei, friulana tutta d’un pezzo: lacrime di commozione nell’abbraccio collettivo che ha sancito la prima vittoria di un trofeo da parte di questa squadra davvero speciale nel panorama cestistico che rappresenta, nel contempo, sia l’Asd sordi Pesaro (come in questo caso), sia la Nazionale azzurra, essendo l’unica squadra di basket femminile sorda nel panorama italiano.
Tante le persone da ringraziare, a cominciare dall’Esatour che ha organizzato alla perfezione l’aspetto logistico, sancendo un patto che rinnoverà per i prossimi campionati Europei sponsorizzando la Nazionale. E poi, Confartfidi, Olimpia e Bees che hanno «vestito» giocatrici e staff tecnico. Un passo importante verso la Turchia dove
si disputeranno i prossimi Europei, dal 29 giugno al 7 luglio: il dt Beatrice Terenzi diramerà a breve le convocazioni. Mentre in Federazione, il consigliere Fssi Massimiliano Bucca ha lavorato sodo per ottenere l’iscrizione delle cestiste, visto che non c’erano fondi
per l’onerosa trasferta che le porterà a Konya, sull’altopiano dell’Anatolia. Alla cordata a favore delle ragazze si è unita anche la Scavolini Siviglia, che ha dato poi un’ulteriore disponibilità per una raccolta fondi al palasport durante i playoff.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>