Patto di stabilità e crediti alle imprese, incontro pubblico

di 

16 maggio 2012

PESARO – Oltre 20 milioni di euro da parte delle pubbliche amministrazioni.  A tanto ammontano i crediti che le imprese della provincia di Pesaro e Urbino vantano nei confronti delle Amministrazioni pubbliche: Provincia, Comuni, Aziende sanitarie, Amministrazioni dello Stato, etc.

“Una situazione pesante – denuncia la CNA provinciale – che non fa che aggravare lo stato di salute già precario di tante aziende del territorio già alle prese con una crisi devastante”.

In testa ci sono le imprese dell’edilizia; non solo quelle che hanno realizzato appalti pubblici ma anche quelle impegnate nel corso dell’emergenza neve. E poi imprese della subfornitura, dei servizi, dell’elettronica. I crediti superano abbondantemente i 12 mesi ed in alcuni casi arrivano a 18-20. Si tratta di imprese sane che rischiano di chiudere a causa del patto di stabilità.

Su questa argomento la CNA, in collaborazione con la Provincia di Pesaro e Urbino ha organizzato per VENERDI’ 18 MAGGIO 2012, con inizio alle ore 11 nella Sala Adele Bei dell’Amministrazione provinciale in via Gramsci, una iniziativa pubblica dal titolo “Un Patto per Sopravvivere”, Il Patto di Stabilità e suoi riflessi sugli Enti locali e le imprese.

Al convegno interverranno tra gli altri, Giorgio Aguzzi, vicepresidente nazionale CNA, Camilla Fabbri, segretario provinciale CNA di Pesaro e Urbino.

Partecipano, Pietro Marcolini, Assessore al bilancio Regione Marche; Matteo Ricci, Presidente Provincia di Pesaro e Urbino.

All’iniziativa sono stati invitati anche i sindaci della provincia, la Camera di Commercio di Pesaro e Urbino e le Confederazioni sindacali.

«Inaccettabile che gli enti locali, ormai ovunque, siano divenuti soggetti che deprimono l’economia. Invece di sostenere la ripresa». Così Matteo Ricci sulla situazione, «insostenibile e paradossale», determinata dai meccanismi del patto di stabilità. E cioè: «Soldi in cassa per investimenti che non si possono spendere, bloccati dai vincoli. E pagamenti fermi per le imprese». Anche per questo, Cna e Provincia organizzano venerdì 18 maggio, alle 11, nella sala Adele Bei di via Gramsci, l’incontro pubblico «Un patto per sopravvivere». Si cercheranno soluzioni anche perché «senza allentare i vincoli del patto – spiega Ricci – non c’è ripresa. Gli enti locali sono stati massacrati in questi anni dai tagli. Ora chiediamo di spendere le risorse che abbiamo, per dare un boccata d’ossigeno all’economia. A livello nazionale il ministro Passera, tra gli ospiti del festival della felicità in programma a Pesaro nei prossimi giorni, sta seguendo la vicenda in prima linea. Con lui ragioneremo anche di questo».

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>