Clamoroso: Sassari è in semifinale, Siena ko a Varese

di 

21 maggio 2012

 

 

 

PESARO – D’ora in avanti, se volete giocarvi qualcosa d’importante con un ultimo tiro, affidatelo a un giocatore di Meo Sacchetti. Il Banco di Sardegna è la prima semifinalista grazie a una tripla incredibile a fil di sirena centrata da Vanuzzo. Bologna conduceva di 2, pochi istanti prima, quando alla fine dell’incontro mancavano 53 centesimi, Douglas-Roberts aveva stoppato (a nostro parere fallosamente) Hosley. Palla sul fondo, time-out di Sacchetti e schema per i cugini Diener. Marcatissimi loro, la palla arriva a Vanuzzo che tira e segna.

Il Banco è in semifinale con un secco 3-0, dopo due vittorie maturate “battendo la sirena”. In gara 2 l’incredibile canestro di Drake Diener, stasera del capitano. Che magari riceverà um premio da Tony Easley, che ha catturato 9 rimbalzi, ma ha gettato al vento 7 tiri liberio (2/9). Proprio dalla lunetta (35,3%), il Banco ha rischiato di gettare via la partita. Cosa che ha fatto Sanikidze quando ha fallito un tiro da sotto che avrebbe chiuso la partita.

 

Potete immaginare la festa a Sassari, per la prima volta in semifinale scudetto. E la conseguente delusione di Sabatini, patròn bolognese, che aveva fatto annunciare nel sito della Virtus di avere già acquistato i biglietti per la trasferta in Sardegna. Non aveva dubbi, la sfida sarebbe arrivata a gara 5. Il presidente del Banco gli aveva risposto così: “Venerdì la nostra squadra avrà un giorno libero, è già in programma”. Come a dire che non ci sarebbe stata gara 5. Ha sbagliato, il giorno libero è anche mercoledì. In attesa di gara 4 tra Varese e Siena.

 

Diciamo la verità, ipotizzando una banca vincente, pochissimi avrebbero scommesso Banco di Sardegna, quasi tutti avrebbero puntato sul Montepaschi. Invece – incredibile a dirsi – i campioni d’Italia hanno perso dopo avere condotto anche di 15 lunghezze. Ma la Cimberio ha messo a segno un break clamoroso, un 32-10 che ricorda quello di Cantù in gara 1. Così Siena, che conduceva 47-32 dopo una tripla di Stonerook al 23′, si è ritrovata sotto 64-57. I toscani hanno recuperato e si è giocato punto a punto, ma Stipcevic ha messo il sigillo dalla vittoria segnando 4 tiri liberi (su 6) dalla lunetta.

 

CIMBERIO – MONTEPASCHI 73 – 70

 

(9-18; 21-23; 26-11; 17-18). I tabellini: VARESE: Demartini ne, Goss 9, Stipcevic 19, Rannikko 6, Talts 7, Diawara 12, Reati ne, Garri 4, Kangur 5, Ganeto 5, Bertoglio ne, Fajardo 6. All. Recalcati. SIENA: Mc Calebb 11, Zisis 7, Andersen 6, Carraretto, Lavrinovic 12, Kaukenas 16, Ress 5, Michelori ne, Lechtaler ne, Stonerook 6, Aradori 5, Moss 2. All. Pianigiani. Arbitri: Cerebuch, Pozzana e Quacci. Statistiche di squadra: Varese: 19/34 da 2; 7/24 da 3; 14/18 tiri liberi; 11 rimbalzi offensivi, 25 difensivi (Fajardo 12); 16 perse, 13 recuperate; 11 assist. Siena: 16/41 da 2; 7/22 da 3; 17/20 tiri liberi; 14 rimbalzi offensivi, 23 difensivi; 14 perse, 14 recuperate; 13 assist.

 

CANADIAN SOLAR – BANCO DI SARDEGNA 71 – 72

 

(21-14; 16-20; 18-20; 16-18). I tabellini: BOLOGNA: Koponen 21, Luca Vitali 2, Poeta 10, Gigli 14, Sanikidze 8, Gailius 2, Quaglia ne, Lang, Werner 3, Michele Vitali ne, Paunic 6, Douglas-Roberts 5. All. Finelli. SASSARI: Metreveli, Binetti ne, Hosley 18, Devecchi 2, Travis Diener 16, Brian Sacchetti 2, Plisnic 7, Drake Diener 12, Vanuzzo 7, Pinton, Easley 8. All. Meo Sacchetti. Arbitri: Cicoria, Sabetta e Vicino. Statistiche di squadra: 13/32 da 2; 10/30 da 3; 15/19 tiri liberi; 12 rimbalzi offensivi, 29 difensivi; 11 perse, 3 recuperate; 7 assist. Sassari: 18/48 da 2; 10/24 da 3; 6/17 tiri liberi; 20 rimbalzi offensivi, 30 difensivi; 10 perse, 1 recuperata; 5 assist.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>