Dylan Club Teatroltre, venerdì 25 maggio appunti un’accorta gestione demografica

di 

21 maggio 2012

URBINO – Volge al termine TeatrOltre rassegna giunta alla ottava edizione e promossa dal Comune di Pesaro, dall’AMAT e dalla Provincia di Pesaro e Urbino. Venerdì 25 maggio a Pesaro presso il Dylan Club (Strada Statale Adriatica Nord, 24) la conclusione è affidata a Appunti per un’accorta gestione demografica di e con Federico Paino. Un monologo fiume, liberatorio su una trama quasi priva di ogni determinatezza: una stanza vuota, una cornice sospesa nel vuoto, un uomo ben vestito, la sua valigia, un telefono, rumori impercettibili e un silenzio artificiale; nella segreteria gli unici segni umani dal mondo esterno.

 

Logo PU24

Nella vita perfettamente organizzata di un impiegato qualunque, che coltiva in segreto ideologie razziste e violente, deliri apocalittici, ma anche tenere aspirazioni amorose, timori e premure infantili e comiche, irrompe un delitto compiuto “senza colpa”. Una macchia che si può rifiutare o abbracciare e che destabilizza ogni sicurezza, apre le porte a una confessione incosciente quanto inevitabile. La scansione ritmica del mondo esterno e l’obbligo a “tornare al lavoro” rimangono le sole protezioni contro l’ammissione di una colpa orribile e veniale a un tempo: l’accettazione serena della “banalità del male”.

 

Federico Paino, attore e regista si è formato al DAMS di Bologna; a Roma ha studiato tecnica vocale e dizione con Carlo Merlo e Gianfranco Migliorelli. Dopo una serie di esperienze e laboratori, nel 2007 ha diretto in veste di traduttore, attore, regista e autore delle musiche originali l’Accademia della Follia di Trieste per una riscrittura de La vida es sueno di Calderon de la Barca; una seconda edizione è stata presentata a Ferrara alla Sala degli Estensi. Nel 2009, come attore regista, ha realizzato Linea Gotica, lettura concerto sui testi di C. M. Negri; lo spettacolo ha debuttato a Pesaro nel 2010. Nel 2011 Paino collabora con La Danza Immobile di Monza e come direttore artistico alla gestione del Teatro V. Alfieri di Montemarciano.

 

Le musiche e il sound design di Appunti per un’accorta gestione demografica – una produzione Unnecessary Productions – sono di Lorenzo Binotti, il disegno luci di Vincenzo Pedata.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>