La città dei Piccoli occhi. Pesaro Photo festival, progetto Cna

di 

21 maggio 2012

 

PESARO – “La città dei piccoli occhi”. E’ questo il progetto lanciato da CNA Comunicazione in collaborazione con il Comune di Pesaro, Assessorato ai Servizi Educativi, in occasione della V edizione del Pesaro Photo Festival e che ha visto protagonisti i bambini delle scuole dell’Infanzia di Pesaro.

Nei mesi scorsi 60 bambini delle scuole materne “Prato Fiorito” di via Marsiglia (zona 5 Torri); “Ambarabà” di via San Marino (Tombaccia); “Poi..Poi” di via Ferraris (Muraglia), hanno osservato la città, ed in particolare angoli del proprio quartiere, prima con dei sopralluoghi con le insegnanti e poi attraverso gli occhi (obbiettivi) di macchine fotografiche analogiche riprodotte esattamente sul modello di quelle degli anni Settanta (Polaroid);  e con delle piccole e moderne macchine digitali.

Piante, fiori, animali, vetrine, case, negozi, angoli di città sono stati il soggetto preferito dai bambini. Gli occhi dei piccoli con la loro semplicità ed ingenuità hanno saputo cogliere immagini e particolari ad un occhio adulto forse insignificanti.

Il Progetto, lanciato dal Pesaro Photo Festival – in accordo con l’Assessore ai servizi educativi del Comune di Pesaro, Marco Signoretti – è partito con delle lezioni a 15 insegnanti delle tre scuole su tecnica e linguaggio della fotografia.

“Alcune nozioni di base – spiegano Alessandra Benvenuti e Michele Tegaccia, rispettivamente coordinatrice e presidente di CNA Comunicazione di Pesaro – che sono servite poi alle stesse insegnanti per comprendere su cosa si posassero gli occhi dei bimbi. E su come poi, il più naturalmente possibile per mantenere lo spirito di osservazione e la manualità del bambino, immortalare quelle immagini attraverso quelle piccole e antiche scatole magiche (le Polaroid), che oggi vengono prodotte da un’altra ditta ma che ripropongono con lo stesso meccanismo le foto delle vecchie analogiche istantanee. Come un tempo l’immagine viene riprodotta dopo qualche secondo su una particolare carta ad immediato sviluppo; una sorta di inchiostro magico che da forma allo spirito di osservazione dei bambini. Un gioco che ha molto divertito i bambini sollecitandone la fantasia e lo spirito di osservazione. Un lavoro che, grazie all’impegno delle insegnanti coinvolte, ha dato risultati sorprendenti.

Le foto dei bimbi, stampate e ingrandite,  faranno parte di una mostra che sarà allestita al Caffè letterario della Biblioteca San Giovanni sabato 26 e domenica 27, giorni di svolgimento del Pesaro Photo Festival, negli orari di apertura della biblioteca stessa.      

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>