Passa col rosso all’incrocio, sfiorata la tragedia

di 

22 maggio 2012

PESARO – Cosa passa nella testa (scriviamo testa, non cervello) di una donna che, in sella a una bicicletta che trasporta anche un bambino piccolo seduto nel seggiolino anteriore, passa all’incrocio di Via Bramante quando il semaforo è rosso e rischia di essere investita da un’utilitaria che – per fortuna – viaggia a velocità moderata. Però, non è moderata la lingua dell’automobilista, che frena e urla: “Puttanaaaa!”.

La signora, proveniente da Viale XI Febbraio, è ormai in Via Bixio, ma riesce a sentire, indignata – lei! – e può ascoltare una signora, che attende il verde, dirle: “Ma come si fa, con un bambino?”. Già, fosse stato per lei – la donna – nessuno avrebbe avuto da dire qualcosa. Purtroppo, solo pochi minuti dopo altri attraversano, a piedi e in bicicletta, con il rosso.

E qualcuno si lamenta – anticipatamente – di un’eventuale installazione delle telecamere. Domanda: conta più la sicurezza o la privacy?

E lì, all’incrocio tra Via Bramante e Via Bixio, tra l’Hotel San Marco e il Distretto Sanitario, sembra un far west. Tempo fa, un intervento della polizia municipale aveva liberato l’area dalla presenza – abusiva – di scooter e motociclette che impedivano il passaggio. Come mostra l’immagine, gli scooter sono di nuovo lì.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>