Inchiesta sulla pista di Vale: l’ipotesi è abuso edilizio

di 

24 maggio 2012

Valentino Rossi

TAVULLIA – La Biscia arriva in Procura. Dopo gli esposti al Tar, ora la pista da cross di Valentino Rossi, in costruzione nel suo moto-ranch di Tavullia, fa discutere anche dal punto di vista penale. La notizia, riportata sul Messaggero di oggi in un articolo a firma Elisabetta Rossi, parla dei vicini di casa del centauro, “quelle cinque famiglie che si stanno già opponendo alla realizzazione dell’opera davanti al giudice amministrativo”, che avrebbero depositato un esposto anche sul tavolo della Procura di Pesaro, la quale avrebbe “aperto un fascicolo e cominciato a studiare il caso. L’ipotesi di reato è abuso edilizio”.

Va detto, comunque, che il progetto ha ricevuto sempre i permessi dal Comune di Tavullia e dalla Provincia.

Sempre il Messaggero di oggi informa che, sul piano amministrativo, “a breve l’Arpam dovrebbe sciogliere la riserva sull’aspetto del rumore e rendere noti i risultati della perizia fonometrica fatta qualche settimana fa”. Da capire se, dal punto di vista del rumore, la pista sfora i limiti stabiliti dalla legge.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>