La direzione di Marche Nord: “L’ospedale non chiude per ferie”

di 

24 maggio 2012

PESARO . “L’ospedale non chiude per ferie. E’ aperto, lavora e garantisce tutte le prestazioni e i ricoveri. La riduzione totale dei posti letto nei mesi caldi è inferiore al 20%, una diminuzione assolutamente in linea con il calo di lavoro rispetto ai mesi invernali ed in linea con la quasi totalità delle aziende ospedaliere italiane. Anzi, rispetto allo scorso anno, abbiamo fatto molto meglio grazie alla riapertura di strutture che durante l’estate 2011 e fino a febbraio 2012, avevamo chiuso per ristrutturazioni non più procrastinabili. La riduzione dei posti letto per il piano ferie è ora di circa il 20% contro il 30% circa dello scorso anno. Una riduzione, è meglio chiarirlo, che non riguarda assolutamente tutta l’attività dell’emergenza urgenza e neppure gli interventi relativi a patologie non rinviabili, come ad esempio gli oncologici”.

 

 

 

Dottori all'opera

“Non solo: l’attuale piano ferie non riduce di un posto letto il Dipartimento di Emergenza e Accettazione. Stiamo parlando delle strutture di Pronto Soccorso, Medicina D’urgenza, Rianimazione, Cardiologia e Unità Coronarica Acuta. Anzi, sono state attivate le procedure di assunzione di nuovi medici nei Pronto Soccorso di Pesaro e Fano, ed è stata garantita l’attività di assistenza diretta mediante il turn over al 100% di tutto il personale infermieristico e operatori socio sanitari; inoltre sono stati assunti 13 infermieri per il piano ferie completando la dotazione organica infermieristica”.

 

 

 

“Per quanto riguarda la Pediatria il modello di quest’anno è lo stesso dell’anno scorso, che ha funzionato senza creare disservizi attraverso la stretta collaborazione dei professionisti delle Unità Operative del Santa Croce e del San Salvatore, garantendo anche d’estate un adeguato livello di prestazioni. La riorganizzazione, sulla quale Marche Nord lavora da tempo, non è certo improvvisata ma calibrata su una pianificazione dettagliata dell’attività prevista dall’atto aziendale e sull’introduzione di nuovi modelli avviati nel corso dell’ultimo anno sostenuti dagli stessi professionisti”.

 

 

 

“In occasione dell’imminente discussione di Budget 2012 tra Marche Nord e Regione Marche, saranno rappresentate le necessità in termini di dotazione organica e risorse per progetti di potenziamento al fine di raggiungere gli obiettivi previsti dal Piano Sanitario Regionale. Dopo tale discussione sarà possibile ricalibrare l’attività complessiva di Marche Nord anche nell’ottica della riorganizzazione con l’Area Vasta 1”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>