La Festa della Cgil FP al Miralfiore: attesa per la Camusso

di 

24 maggio 2012

PESARO – “I tagli lineari hanno massacrato le amministrazioni locali. Tagli indifferenti, ovvero che non riconoscono la diversità. Nei Comuni della Provincia di Pesaro e urbino, guardando i bilanci preventivi, si sottolinea un’estrema e assoluta difficoltà nel garantire servizi alla cittadinanza e alla tassazione locale. Anche le amministrazioni virtuose, che comunque sono la maggiorparte, vengono trattate come il Comune di Parma con i suoi debiti. Così, rischia di passare un messaggio di indifferenza: cioè, qui sono tutti uguali”. La fotografia con occhio grandangolare, sulla situazione locale, è della segretaria generale provinciale Cgil Simona Ricci. Il lavoro al centro, il lavoro al centro di Pesaro con la festa nazionale della funziona pubblica Cgil che si terrà al Parco Miralfiore, il 7-8-9-10 giugno. Non una scelta a caso: “Abbiamo scelto Pesaro per la sua struttura sindacale ottimale – ha rimarcato segretario nazionale organizzativo funziona pubblica Cgil Alfredo Garzi – . Poteva e può darci una grande mano per un evento nazionale che avrà ospiti nazionali e internazionali”. La festa nazionale della Funzione Pubblica sarà dedicata, e con essa il palco centrale, a Giuseppe Cuccitto, morto a 57 anni due anni e mezzo fa, originario di Torre Maggiore, punto di riferimento per anni della Cgil FP, segretario Fp prima di Pesaro e poi regionale.

Importante il cartellone, denso di appuntamenti, dibattiti, concerti, presentazioni, commedie dialettali e stand gastronomici. L’evento principale è previsto per il 10 giugno con l’assemblea nazionale delegati Fp-Cgil e le conclusioni affidate al segretario generale Cgil Susanna Camusso (ore 15) ma c’è interesse anche per il dibattito organizzato per il 7 giugno, dal titolo “Amministrazioni: che siano nuove, che siano pubbliche”, e che vedrà la partecipazione del ministro della funzione pubblica Filippo Patroni Griffi. Non solo Parco Miralfiore, la festa della Cgil Funzione Pubblica vivrà anche a Urbino (si segnala l’incontro a Palazzo Ducale con la giornalista de il Mattino Rosaria Capacchione) e in diverse zone di Pesaro città. Chiaramente, l’ingresso a ogni manifestazione o concerto saà gratuito, compresi il concerto dei Modena City Rambles (8 giugno, ore 21.30) e lo spettacolo di Lillo e Greg (9 giugno ore 22).

Un momento della presentazione con Simona Ricci

Un momento della presentazione con Simona Ricci tra Alfredo Garzi (a destra) e Roberto Rossini

Questa mattina, nella sala rossa del Comune, è avvenuta la presentazione alla presenza del segretario organizzativo provinciale Cgil, Irmo Foglietta, della segretaria generale provinciale Cgil Simona Ricci, del segretario nazionale organizzativo funziona pubblica Cgil Alfredo Garzi e del segretario provinciale Fp Cgil Roberto Rossini.

“Il perché di questa festa? Perché pensiamo che sia importante discutere intorno al lavoro – ha spiegato Garzi – il sindacato vuole dare questa possibilità ai cittadini con 4 giorni di eventi di ogni genere. Ma al centro c’è e resta il lavoro. Come dice il logo del manifesto. Spesso in questo paese se lo dimentica. Lavoro al centro in primo luogo per chi non ha lavoro, per chi lo sta perdendo per la crisi e per quello che non si fa per il lavoro, per chi è precario, per chi ha perso i diritti pur avendo il lavoro. Nella funzione pubblica il lavoro garantisce servizi pubblici. Il lavoro e servizi pubblici sono al centro perché significano coesione sociale. I dibattiti riguardano questi temi. Avremo ospite il Ministro della funzione pubblica ma anche il sottosegretario al Ministero degli Interni, i presidenti delle istituzioni locali: si discuterà su come le istituzioni si devono rinnovare. E poi ci occuperemo di come in questo paese si sta distribuendo la ricchezza, ovvero non distribuendo. Con un respiro internazionale, vedendo cosa il sidancato propone in alternativa al rigore che si impone all’interno dell’UE. Proporremo anche momenti in cui si possa stare insieme con un’atmosfera più leggera. Concluderemo il 10 giugno con l’assemblea nazionale dei quadri della funzione pubblica. Ai primi di marzo le elezioni Rsu hanno evidenziato una nostra affermazione importante (+ 3%), una verifica del consenso che a Pesaro ha ottenuto poi un risultato straordinario. Pesaro ha un gruppo dirigente valido. Il palco centrale è intitolato a Giuseppe Cuccitto, grande dirigente. Ci fa piacere ricordarlo nella sua città. Sarà dedicata a lui l’apertura della festa, una dedica di cuore”.

Riforma funzione pubblica, come la pensano i sindacati? “C’è bisogno di provare a mettere in sintonia il lavoro delle amministrazioni pubbliche con i bisogni dei cittadini. L’organizzazione del lavoro deve essere centrale rispetto al sindacato, ovvero i lavoratori, per orientare il lavoro in questa direzione. Non possono che essere garantiti investimenti in termine sia di personale che economici dopo le misure come il blocco del turn over o il divieto di assunzioni.Fino ad ora i tagli lineari, senza nessuna decisione, hanno stottolineato l’incapacità di decisone del sistema politico. Con la spending review ci potrebbe essere un cambiamento importante: aspettiamo un confornto per capire se potrà essere un punto di svolta”. E le risposte che darà il ministro Patroni Griffi, atteso nella “tana della Cgil”, saranno indicative.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>