Maren Brinker resta in Italia, l’ha scelta Busto Arsizio

di 

24 maggio 2012

 

PESARO – Persa Havelkova, che ha scelto di giocare in Russia per stare più vicina al fidanzato Facundo Conte, ma anche Havličkova, che dopo alcune stagioni in Italia sembra preferire i petrodollari azeri, Busto Arsizio punta sulla Germania per difendere il fresco titolo di campione d’Italia. Insomma, dalla Repubblica Ceka alla Repubblica Federale Tedesca, con buona pace di coach Parisi, che proprio su suggerimento delle HH è stato nominato allenatore delle ceke.

 

Scavolini volley-Chieri 3 Maren Brinker

Maren Brinker nella foto Davide Gennari

Le due tedesche sarebbero la schiacciatrice ex pesarese Maren Brinker e l’opposta Margareta Kozuch, ex Sopot ma già esperta del volley italiano avendo giocato prima a Sassuolo e poi nell’Asystel Novara. Entrambe fanno parte della nazionale allenata da Giovanni Guidetti.

 

La notizia è stata lanciata dal quotidiano di Varese, La Prealpina, che segue con grandissima attenzione il mondo della sport, dal Varese Calcio alla Cimberio di basket all’ormai ex Yamamay, e subito ripresa dai siti specializzati.

 

In pochi giorni, Busto Arsizio ha trovato un nuovo sponsor – Unendo Energia – che sta consentendo ai dirigenti lombardi di puntare su giocatrici di alto livello e soprattutto di confermare Carli Lloyd che sembrava in procinto di andare in Turchia. In Lombardia la raggiunge la connazionale Faucette che lascia Urbino. Ora il sogno di Busto è di firmare Valentina Arrighetti, che però – come Ilaria Garzaro – è nel mirino di tutte le società che hanno soldi da spendere.

 

Così Busto risponde a Piacenza e Chieri, le nuove “ricche” della pallavolo femminile italiana che stanno monopolizzando la campagna trasferimenti dell’estate 2012. Piacenza, che ha ingaggiato l’allenatore marottese Davide Mazzanti, già campione d’Italia con Bergamo, ha puntato su Francesca Ferretti, l’olandese ex Busto Meijners, l’ex Villa Cortese Lucia Bosetti e l’ex Pavia Gennari, ma non è riuscita a concretizzare il sogno di ingaggiare Imma Sirressi, perché l’ex libero di Urbino ha preferito raggiungere coach Salvagni a Chieri, che a sua volta ha ingaggiato Martina Guiggi e punta.

 

E la Scavolini? Pardòn, la Robursport? Dovrebbe puntare sulla giovani, diventando una sorta di Club Italia. Con Monica De Gennaro, Ortolani, Okuniewska (ma secondo alcuni la sua permanenza sarebbe in dubbio perché le sue eccellenti prestazioni nel torneo di qualificazione olimpica disputato in Turchia non sono passate inosservate) e soprattutto Klineman a trascinare il gruppo.

 

 

 

Un commento to “Maren Brinker resta in Italia, l’ha scelta Busto Arsizio”

  1. Filippo scrive:

    mercato alquanto strano, direi …..

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>