Di Domenico e le barriere antirumore troppo basse

di 

26 maggio 2012

PESARO – Di Domenico lancia l’allarme delle barriere antirumore. Il consigliere comunale del Pdl, con un apposito comunicato stampa porta alla ribalta quella che considera “una nuova beffa per Pesaro”.

“Oltre al danno che ci hanno confezionato il sindaco Ceriscioli e il presidente Ricci con il “casellino” di Santa Veneranda a valle, ecco che si prospetta una beffa per la città di Pesaro – scrive infatti Alessandro Di Domenico – Le barriere antirumore poste sul tratto dell’autostrada che insiste su strada Sotto Le Selve sono più basse di quelle poste in altri tratti autostradali. Le foto sono esaurienti: la prima è quella che individua le barriere più alte e complete di vetrofonia, la seconda riguarda le barriere poste in prossimità di Strada Sotto Le Selve”.

“Il problema – continua Di Domenico – è già stato esposto verbalmente al sindaco dal sottoscritto ma, visto i risultati che abbiamo ottenuto con la vicenda del “casellino”, è bene che questa sollecitazione diventi di dominio pubblico. L’aggravante al fatto che le barriere sono più basse è la presenza dal lato opposto del “Monte della Salute” , o di quello che ne rimane. Prevedendo infatti un altissimo terrapieno, probabilmente cementificato, le onde sonore, rimbalzandoci, non troverebbero poi un’adeguata barriera antirumore sul lato della città. Credo che lunedì in aula di Consiglio si dovrà immediatamente avere una risposta dal sindaco, non solo per quel tratto ma per tutta l’area urbana interessata. Il sindaco non deve fare l’errore di credere nelle favolette sull’asfalto fono-assorbente: quello è per limitare il rumore del rotolamento delle gomme, ma i rumori dei motori e dei tubi di scarico li possono limitare solo barriere adeguatamente alte e ben realizzate”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>