Filippetti: “Sono e rimango un membro del consorzio”

di 

28 maggio 2012

 

 

 

 

PESARO – Come anticipato, ha avuto luogo un pranzo informale tra Nardo Filippetti, presidente di Eden Viaggi, e il sindaco Luca Ceriscioli. I due hanno parlato di un tema molto sentito in città: il futuro della Victoria Libertas, su cui l’Amministrazione comunale sta sondando gli imprenditori pesaresi grazie a Franco Arceci, attivissimo portavoce del primo cittadino. In merito all’incontro, Nardo Filippetti ha diffuso la seguente dichiarazione:

 

Nardo Filippetti, nuovo presidente degli albergatori pesaresi

“Ho accettato l’invito del Sindaco” sottolinea Filippetti “poiché ritengo doveroso, per me e per tutti gli altri imprenditori, ascoltare le questioni che provengono dall’Amministrazione e dal territorio. Sono un tifoso della VL e lo dimostro da tempo, partecipando attivamente attraverso la mia azienda al consorzio delle imprese che sostengono la squadra. Da qui ad aprire alle ipotesi lette sulla stampa in questi giorni però ce ne corre: innanzitutto poiché nessuna di quelle ipotesi coincide con le strategie di marketing e comunicazione Eden Viaggi, in secondo luogo poiché non sarebbe certo una decisione che, nel caso, potrebbe essere presa in corsa o a cuor leggero, visto il momento che tutte le imprese italiane stanno vivendo. Ringrazio il Sindaco per avermi interpellato, ma ad oggi non c’è nulla né da confermare né da smentire, oggi sono e rimango un membro del Consorzio Pesaro Basket.”

Non ci piace attribuire intenzioni diverse alle parole espresse tra virgolette. Ma leggendo attentamente la dichiarazione di Filippetti, è automatico pensare che oggi il discorso è chiuso per un futuro diverso dall’essere parte del Consorzio Pesaro Basket. Oggi.

 

Insomma, ci sembra di intravvedere una porta aperta, domani. Sappiamo che Nardo Filippettì è imprenditore che si è fatto da sé, lavorando sodo in un settore difficile. Pochi giorni fa, premiato dal Circolo della Stampa, ha espresso grande emozione e raccontato al cardinale Vegliò, un altro dei premiati, la dura vita da emigrante.

 

Intanto, è giusto ringraziarlo a prescindere, in qualità di componente di un Consorzio fondamentale per il passato, il presente e il futuro del basket. Magari in attesa di un nuovo ruolo. Sognare non è vietato. Del resto non è forse l’EdenViaggi che realizza i sogni di chi vuole girare il mondo?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>