Acquisto solidale e Distretti, l’economia da basso contro la crisi sbarca al Furlo

di 

29 maggio 2012

 

URBINO – Dal 22 al 24 giugno, nella splendida cornice della Golena del Furlo, all’interno di una riserva naturale, si svolgerà l’assemblea nazionale dei Gruppi di Acquisto Solidale (GAS) e dei Distretti dell’Economia Solidale (DES).

L’appuntamento sarà anche occasione di confronto sul ruolo che queste nuove forme di economia dal basso possono giocare all’interno di una crisi finanziaria causata proprio da quei meccanismi e da quegli assunti rispetto ai quali GAS e DES si pongono come alternativa concreta.

Gola del Furlo

La gola del Furlo

Già nelle settimane precedenti l’assemblea le varie reti locali si confronteranno sui temi centrali dell’incontro: la necessità o meno di una legge sull’economia solidale, la questione energetica, il rapporto tra dimensione locale e le grandi sfide globali, nuovi modelli per l’agricoltura, la finanza etica e l’evoluzione della rete nel Sud. Le giornate al Furlo permetteranno quindi di arrivare ad una sintesi e delineare le piste di lavoro per l’anno successivo.

La Rete dell’Economia Solidale – REES Marche, che sta curando l’organizzazione dell’evento, è riuscita a mobilitare le forze vive di tutto il territorio, dalle istituzioni alle pro loco, dalle associazioni ad alcune imprese, tutti soggetti che stanno comprendendo l’importanza e la forza delle proposte di un movimento sempre più diffuso e radicato.

Il programma delle tre giornate, oltre ai momenti di discussione, prevede un mercatino dei produttori legati ai circuiti dei GAS, spettacoli, intrattenimento per bambini, gite ed escursioni. La ristorazione, fondata sui criteri della sostenibilità ambientale e sociale, così come ogni altro aspetto organizzativo, è curato con la massima attenzione alla qualità coniugata con il minor impatto ambientale possibile, che si tratti della produzione dei rifiuti, dei consumi energetici o degli spostamenti. Si terrà inoltre un incontro tra produttori del Progetto “Oggi si Acquista Bio”, parte del programma Conoscere il biologico nelle Marche, promosso del Servizio Agricoltura della Regione.

Tutte le informazioni sull’evento, sulle modalità di partecipazione e sul percorso organizzativo sono reperibili sul sito internet www.sbarcodesgas.org che presenta anche un altro aspetto fortemente innovativo: la possibilità di seguire in tempo reale l’aggiornamento del “bilancio trasparente” dell’evento. Entrate ed uscite saranno dettagliatamente documentate. Anche questo è un modo diverso di fare economia.

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>