Contro la crisi? Ecco il Borsino immobiliare provinciale

di 

29 maggio 2012

PESARO – Ecco il borsino immobiliare della provincia di Pesaro e Urbino. Grazie a Fiaip, Federazione italiana agenti immobiliare professionisti, anche il nostro territorio avrà uno strumento utile per i venditori ma anche per i compratori, in un periodo non certo fortunato per l’economia e la finanza europea.

Gli agenti immobiliari pesaresi convenuti a palazzo Ciacchi per la presentazione del Borsino Immobiliare Fiaip

Gli agenti immobiliari pesaresi convenuti a palazzo Ciacchi per la presentazione del Borsino Immobiliare Fiaip

“A causa della crisi economica, attualmente il mercato immobiliare sta subendo una profonda trasformazione sia dal punto di vista del valore degli immobili che da quello riguardante il numero delle compravendite – ha detto Emanuele Fiori, presidente provinciale Fiaip, nella sede di Confindustria dove ieri mattina si sono riuniti gli agenti immobiliari del Pesarese – Il collegio Fiaip di Pesaro e Urbino, attraverso le ricerche dei suoi associati, ha deciso di studiare nei minimi dettagli la situazione immobiliare del territorio per avere un quadro circa il potenziale tecnico ed economico, di richiesta e di offerta, in modo che il venditore e l’acquirente sappiano valutare e muoversi coi giusti parametri di confronto”.

Nascerà, dunque, una sorta di listino prezzi di massima, dove saranno indicati i valori delle varie unità immobiliari divisi per tipologia e soprattutto per zona geografica, anche all’interno della stessa città.

A palazzo Ciacchi presente anche il presidente nazionale di Fiaip, Paolo Righi, il quale ha fatto un quadro della situazione in cui versa il mercato immobiliare del nostro Paese: “Dopo cinque manovre finanziarie in 18 mesi, e dopo che nell’ultimo provvedimento la proprietà immobiliare è stata tassata di circa 14 milioni di euro, verrebbe da chiedersi se vale ancora la pena di investire in immobili. Ma, nonostante l’Imu che prevede la reintroduzione dell’Ici sulla prima casa, investire sul mattone è ancora l’unico modo con cui ancorare i propri risparmi al costo della vita e mantenere nel tempo il valore degli stessi”.

Per Righi l’imperativo categorico, in un momento di crisi come questo, è quello di investire, sia per i singoli che per le imprese. “In questo contesto si inserisce l’attuale attività degli agenti immobiliari e dei mediatori del credito – ha continuato il presidente nazionale Fiaip – Contesto che, se analizzato con attenzione, ci permette di individuare le tante possibilità che la nostra categoria ha di far ripartire il mercato immobiliare. A oggi le offerte immobiliari sono molteplici, e le possibilità che i compratori hanno di acquistare un bene immobile al reale valore di mercato sono strettamente legate alla professionalità e all’esperienza dell’agente immobiliare. Una sfida che i colleghi marchigiani, da sempre portatori di professionalità, sono sicuro sapranno cogliere, al fine di fornire un servizio di alto livello professionale alle famiglie e alle imprese”.

La chiosa di Paolo Righi è sullo strumento proposto: “Il borsino immobiliare che il collegio regionale delle Marche presenta alla comunità economica e sociale assume dunque un valore quanto mai importante nel contesto economico attuale”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>