Attraverso la notte: dalle 21 del 2 giugno musica, arte, danza e divertimento

di 

30 maggio 2012

Attraverso la notte

PESARO – Fondazione Pescheria Centro Arti Visive, un luogo dedicato all’arte di grande prestigio in Italia, dedica i suoi spazi espositivi per una notte intera a musica, danza contemporanea, arte e divertimento aprendo le sue porte fino alle prime luci del mattino.

Lo scopo è quello di generare una maggiore apertura verso il pubblico del territorio di appartenenza e a tutti coloro che vorranno partecipare, senza però impoverire la “nobile essenza” dello spazio.

Sono state scelte proposte artistiche che possano incontrare in un’unica occasione l’interesse di persone con età diverse. L’intento è soprattutto quello di avvicinare giovani che possano ri-scoprire lo spazio e fruirne in modo totalmente nuovo da quello solitamente pensato, mantenendo una proposta artistica che continui a garantire personalità e assoluta qualità.

Essenziale è stato il coinvolgimento di forze artistiche di riferimento sul nostro territorio mettendo così in pratica le nuove direttive di Fondazione Pescheria Centro Arti Visive che sostiene l’arte contemporanea per una comunità moderna, costruita su valori secolari da preservare con forza e convinzione e che allo stesso tempo ha il dovere di guardare con curiosità ciò che si evolve e aprirsi al nuovo che avanza, assumendo l’impegno di vivere il presente con un occhio già proiettato nel futuro e quindi sui giovani. La natura internazionale degli spazi è comunque sottolineata da diversi elementi di provenienza esterna.

L’inizio della serata è prevista alle ore 21.

Ad accogliere il pubblico sarà l’Orchestra Sinfonica G.Rossini, in formazione da camera, con musiche di A. Dvořák.

Per il sesto anno consecutivo l’Orchestra Sinfonica G.Rossini ha ottenuto il riconoscimento dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. L’orchestra, nata nella città di Rossini, è specializzata nell’esecuzione del periodo classico. La direzione principale è affidata al M° Daniele Agiman, direttore d’orchestra milanese; con la direzione artistica per l’innovazione del M° Roberto Molinelli l’orchestra ha sviluppato anche un settore dedicato alla commistione tra i generi e alla musica contemporanea.

Di grande prestigio la presenza costante nel cartellone del Rossini Opera Festival. Nel 2005 l’OSR si è esibita in Corea del Sud, nel 2007 e nel 2008 a Malta, sempre nel 2008 ad Ankara in Turchia. Nel 2010 è stata invitata ad Amstetten in Austria per l’esecuzione de “Il Trovatore”. Dal 2011 è l’orchestra principale del Teatro della Fortuna di Fano. Direttore Generale è il M° Bruno Maronna e Presidente è il M° Saul Salucci.

Quest’anno è presente al Rossini Opera Festival nelle produzioni de Il Signor Bruschino, Il viaggio a Reims e nel concerto con Mariella Devia.

La prima parte della serata propone Mitsurin performance di breakdance su musica tradizionale giapponese in collaborazione con il Centro Hip Hop Connection di Pesaro. In arrivo da Firenze e da Lodi i due performer Maksym Babunov e Renato Scapecchi che con questo originale spettacolo, già proposto infatti all’Arcimboldi di Milano, stanno girando l’Italia. La Scuola di Danza del Centro Hip Hop Connection è nata a Pesaro nel 2003 e propone corsi di breakdance, hip hop, classico e moderno per tutti i livelli e le età. E’ stata la prima scuola di danza in Italia interamente dedicata alla danza Hip Hop e grazie a prestigiosi insegnanti e ballerini del settore ha diffuso per anni le tecniche e i diversi stili di questa danza: breaking, new style, popping, locking, house, wacking. Dal 2001 il Centro Hip Hop Connection è anche l’organizzatore dal 2001 di “Hip Hop Connection Arena”, il contest di breakdance internazionale più importante d’ Italia e tra i più noti in Europa.

La serata proseguirà con due perfomance artistiche delle giovani artiste pesaresi Mara Cassiani e Clio Gaudenzi.

Mara Cassiani (Pesaro 1981) performer e coreografa, si è formata e lavora con alcune delle realtà contemporanee più interessanti tra cui Teatro Valdoca e Societas Raffaello Sanzio. Nel 2011 e’ tra i finalisti del quinto premio Arte Laguna International Art Prize di Venezia, con la performance biografica Ten ways to kill an egg e nel 2012 Premio Speciale della sesta edizione , tra oltre 8000 artisti da tutto il mondo, con la performance che presenta per la serata alla Fondazione Pescheria dal titolo Uno su Uno. E’ il suo ultimo lavoro che viene da lei definito “studio di corpo abitante un metro quadro, in un’epoca in cui il metro quadro si pone come misura della nostra vita”. Il presupposto, in un’epoca in cui il corpo, si adatta sempre piu’ agli spazi a lui proposti o alla totale mancanza di essi. Il metro quadro quindi si pone misura massima per l’esistenza della coreografia.

Clio Gaudenzi (Tavullia 1982) ha studiato presso la scuola d’arte S.C.P.A. (Cincinnati, Ohio) indirizzo musica, danza e teatro e alla scuola Die etage di Berlino , indirizzo mimo corporeo.
E’ fondatrice insieme a Vincenzo Pedata e Noemi Rinolfi dell’Associazione Culturale “Mestieri Misti”. Insieme a Vincenzo Pedata, “musicista creativo”, presenterà Pelli, un lavoro che affronta il tema del mutamento e della trasformazione continua alla quale siamo sottoposti, alla quale la vita in sé è sottoposta, cercando di mantenerne il mistero, la paura, lo stupore e la bellezza. Quali sono le pelli indossate dall’essere perché possa plasmarsi come persona? Questa è la domanda centrale di Pelli: il naturale passaggio da una pelle all’altra, in un’alternanza di maschere e nudità. Persona e Personaggio sono quindi contenuti l’uno nell’altro e l’anima, intesa qui come ciò che lega le metamorfosi, si ritrova ad essere un prezioso armadio di vestiti di vita. Una pelle di uomo, una pelle di donna, una pelle di bambino e una pelle di “robot” (metafora della macchina corporea), tutte contenute dalla stessa anima e tutte concorrenti alla creazione della Persona. La musica è dal vivo, i suoni ogni volta ricreano lo spazio d’azione, l’ambiente della trasformazione. La particolarità del lavoro è la volontà d’essere adattato ogni volta al posto in cui viene realizzato quindi l’ambientazione, la scenografia in cui questi “personaggi” si scoprono vivere e trasformare cambia a seconda dei luoghi in cui “ Pelli” si trova ad accadere.

Sarà la Compagnia di danza jr COBIP a traghettare i partecipanti oltre la mezzanotte.

Questa compagnia è formata da giovani danzatori che fanno parte del Corso Biennale di Perfezionamento Professionale per Danzatori organizzato da Atelier Danza Hangart Pesaro e diretto da un comitato artistico composto da coreografi, direttori e maestri di fama internazionale, quali Robert North, Thierry Malandain, Luciano Cannito e Bruce Michelson. Coordinatrice didattica del progetto è Annalisa Cioffi.

La Compagnia di danza jr COBIP presenta tre lavori molto diversi: Barre à Deux, su musica di Toshiro Mayuzumi è una coreografia in stile neoclassico a firma di Annalisa Cioffi e interpretata da Marika Amadori. Un crescendo dinamico e incalzante tra movimento e musica sostenuto dalle linee perfette della danzatrice. Vertige, è un lavoro in puro stile contemporaneo su musica di Ryuichi Sakamoto e coreografia di Marco Becherini. E’ una storia di relazioni tra le due interpreti, Annalisa Cioffi e Silvia Pierpaoli che sono l’una l’immagine dell’altra, simili eppure diverse. Intorno a un tavolo, forse da cucina, che immerge la pièce in un’atmosfera di quotidianità, benché surreale, si consuma la dualità delle interpreti, che si attraggono e respingono, si cercano e si trovano in un vertiginoso gioco di complicità, a volte dolce a volte crudele, che le porta non si sa dove. Il terzo brano, Fugace, è un lavoro per sei interpreti (Marika Amadori, Ilaria Battaglioni, Giulia Canu, Martina Ferraioli, Daniela Marinucci, Irene Saltarelli) composto da Valeria Bin. Lo stampo è contemporaneo, la coreografia usa lo spazio in modo sapiente e lascia percepire la forza del gruppo, in un susseguirsi di danze e movimenti che si rincorrono in modo fugace.

 

Ospite per l’intero evento sarà Art Kitchen. Organizzazione creativa di Milano che promuove e produce progetti artistici, creativi e sociali attraverso la realizzazione di mostre progetti etici e campagne di comunicazione “con il fine di diffondere l’arte, creare esperienze e far fiorire il cielo” (Make the sky bloom) partecipa alla serata di Pesaro con serigrafia live e live painting.

Due i famosi street artist presenti live: Awer e Ovrl.

Awer nasce nell’ 86 e inizia a dipingere graffiti da autodidatta dall’età di 13 anni. Dopo qualche anno diventa un robottino e compare sui muri grigi delle più grandi città italiane, entrando nell’inconscio di chi vive le strade.

Si laurea in graphic design e art direction a Milano nel 2009, oltre a spray e rulli su aste da 8 metri, adora disegnare con la china e qualsiasi altro materiale su qualsiasi altro supporto, ha partecipato a svariati eventi artistici e wall painting in giro per tutta Italia, Berlino, Angers, Parigi e Los Angeles. (http://www.behance.net/awer)

Ovrl, dal nome impronunciabile, lo si può ascoltare ad occhi chiusi sulle mura squamose di fabbriche all’amianto abbandonate o tra le intercapedini scolorite della pubblicità del dentifrico. Associato oggi alla frangia più insurrezionalista del movimento del Bric-a-Brac è sempre pronto con pennelli, rulli e colori di serie. (http://www.flickr.com/photos/ovrl)

Durante la serata saranno quindi stampate in serigrafia, in diretta, delle magliette: i proventi delle vendite saranno tutti devoluti al supporto delle attività della nuova Fondazione Pescheria Centro Arti Visive.

Dopo la mezzanotte, il cuore musicale dell’evento!

La performance generata dall’azione coordinata di tre dj con l’Orchestra Sinfonica Rossini:

Dj Andrea Thor Schianini, noto dj nazionale ed artista creativo, pesarese d’adozione nella lunga carriera si è  visto al fianco della London Synphony Orchestra in occasione della produzione delle musiche sinfoniche per la soundtrack di  Batman Dark Tomorrow nel 2002, di  Ian Pace dei Deep Purple nell’album BassWoodoo prodotto per il famoso bassista Tony Corizia nel 2007,  nel 2012 è stato  protagonista di un originale dj set all’interno del Caffè Llorca nel Grimaldi Forum di Montecarlo oltre che promotore insieme a Rai Radio Uno di Canevel Music Lab, il contest nazionale della musica di qualità.

Dj Michele Panzieri, dj e musicista polistrumentista di talento che vive tra Pesaro ed Ibiza, con all’attivo una lunga carriera radiofonica di successo ora si dedica  ad originali dj set ed allo sviluppo di uno stile musicale inedito con testi in fonetico ovvero una vera lingua inventata da lui stesso e una forte componente teatrale.

Il giovane Dj Soho, nativo dello Sri-Lanka ma cittadino del mondo che ha scelto Pesaro come dimora da alcuni anni, miscela il suono del Sitar suonato dal vivo a quello dei dischi che propone nei suoi dj set con un risultato unico ed innovativo.

Insieme i tre dj accompagneranno l’Orchestra Sinfonica Rossini dando vita ad una spettacolare performance ricca di contaminazioni di stili.

Nella notte animeranno poi il Centro Arti Visive in maniera inconsueta fino ad arrivare alla conclusione dell’evento che vedrà la possibilità di fare colazione in una cornice diversa dal solito, lo stesso spazio espositivo.

L’evento “Attraverso la notte” è realizzato grazie al sostegno di: Comune di Pesaro, Bertozzini costruzioni, Gamba manifatture 1918, Ifi-Arredi Bar Gelaterie Pasticcerie, Isopak Adriatica Spa, gli sponsor tecnici Hotel Alexander Museum, Il Pesaro.it e Acanto.

Un particolare ringraziamento a Dj Thor e alla Gastronomia Vecchia Pesaro per la preziosa collaborazione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>