Noemi Signorile: “Contentissima di giocare a Pesaro”

di 

30 maggio 2012

PESARO – Ieri – scrivendo che Lauren Gibbemeyer, la centrale americana attualmente impegnata con la Nazionale statunitense, aveva annunciato che la prossima stagione giocherà a Pesaro – abbiamo ipotizzato il nuovo sestetto delle colibrì, inserendo Noemi Signorile che alla fine è stata preferita a Marta Bechis. Poco fa l’annuncio ufficiale.

Noemi Signorile (foto Fabio Cucchetti)

Noemi Signorile (foto Fabio Cucchetti)

“Dopo l’allenatore, la palleggiatrice: sarà l’azzurra Noemi Signorile a guidare la Robursport Pesaro 2012/13. Classe 1990, 1.83, proviene dalla Foppapedretti Bergamo con cui ha vinto scudetto e Supercoppa italiana 2011; con la nazionale si è aggiudicata gli Europei juniores nel 2008 e la World Cup 2011. Prima del biennio a Bergamo, ha giocato una stagione a Chieri (A1), due al Club Italia ed una a testa a Verona e Cremona (A2)”.

Queste le prime parole della neo-colibrì: “Sono contentissima di venire a Pesaro. Della società mi hanno parlato tutti bene: sono gente seria che ha dimostrato negli anni il suo valore. La squadra la conosco, con Ortolani e De Gennaro stiamo molto bene insieme anche in nazionale. Penso che potremo dire la nostra e fare un bel campionato, l’ossatura è fatta di giocatrici forti. Non conosco personalmente Andrea Pistola, ma mi dicono sia molto in gamba e poi per lui parlano i risultati che ha saputo ottenere a Loreto negli ultimi anni. Da parte mia, ho tantissima voglia di riscattare la scorsa stagione, nella quale ho giocato poco. Ora sono in nazionale, alle spalle di Lo Bianco siamo in tre a giocarci un posto per le Olimpiadi. Per me sarebbe un sogno, e sto lavorando molto duramente per farlo avverare”.

Così Giancarlo Sorbini, presidente della Robursport: “Siamo molto felici dell’arrivo di Noemi, atleta giovane ma già affermata a livello nazionale. Si tratta di una scelta in linea con la nostra politica societaria, sempre alla ricerca di talenti con un futuro davanti e ricchi di motivazioni e voglia di crescere. Con l’occasione, voglio salutare Francesca Ferretti: a Pesaro, cinque anni fa, arrivò quasi in sordina per poi affermarsi come una delle migliori palleggiatrici sulla scena internazionale. L’augurio più bello che posso fare a Noemi è quello di saperne ripercorrere il cammino”.

 

Dal mondo della pallavolo femminile, una scelta controcorrente: mentre la maggior parte delle giocatrici va all’estero, una grande italiana torna nel nostro campionato. Paola Cardullo lascia Cannes per giocare con entrambe le sue ex squadre, Novara e Villa Cortese, che si sono unite. Il miglior libero del mondo vestirà la maglia di “Novilla”. Bentornata!

Partirà, invece, e crediamo sia impossibile fermare il fiume, Bera Okuniewska, che ha ricevuto un’offerta crediamo irrinunciabile dal Fenerbahce Istanbul. Peccato, perché è una giocatrice con un importante presente e un grande futuro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>