Ceriscioli: “Varotti, parole perniciose”. Sfida trasparenza

di 

31 maggio 2012

PESARO – Il sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli risponde alle parole di Amerigo Varotti, direttore Confcommercio della Provincia di Pesaro e Urbino, e lancia una sorta di “sfida trasparenza”.

Luca Ceriscioli e Franco Arceci

Il sindaco Luca Ceriscioli e il portavoce Franco Arceci

“Varotti ha fatto una serie di dichiarazione in libertà – ha spiegato il sindaco nel suo consueto incontro con la stampa – che alla verifica di un confronto cadono come un castelllo di carte. Ha messo Fano contro Pesaro, perché Fano da giugno ha ridurrà le proprie indennità del 10%. Noi questa riduzione la stiamo facendo dal 2006. Nel 2006 non c’era la crisi, ma era perché i comuni avevano subito dei tagli. Quella scelta fu fatta volontariamente e ripetuta fino ad oggi. Dire che noi siamo parassiti è una cosa perniciosa”. Capitolo tasse: “I dati dicono che per quanto riguarda l’Imu, siamo tra i Comuni che colpiscono di meno in Italia – ha continuato il sindaco -. Per pressione fiscale siamo al 90esimo posto in Italia e, per questo, non c’è stata una parola di elogio. Gli faccio un invito: venga qui a chiarire, in qualsiasi momento, perché non è questo il mondo di comportarsi tra istituzioni. Io mi aspetto che faccia un elogio straordinario del Comune di Pesaro perché tutto quello che ha detto. Nel prossimo numero di Con, periodico comunale che viene spedito nelle case del cittadini pesaresi, metterò il mio cedolino dell’indennità che percepisco da sindaco, l’unico reddito che percepisco. Varotti metta i suoi cedolini nel periodico dei commercianti, in modo che tutti possano vedere con trasparenza quanto guadagna e quanto costa Varotti. Se prende di meno di me – conclude ironicamente il sindaco – spero a questo punto che gli aumentino lo stipendio”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>