Amedeo Della Valle, un amico di Hackett alla conquista degli USA

di 

2 giugno 2012

MILANO – Amedeo è seduto in prima fila in parterre, a pochi passi dal clan pesarese, in compagnia di una biondina che sembra uscita da un film di Barbie e tradisce la chiara origine americana, ma anche del padre Carlo, avversario – difficile da affrontare – di tante sfide tra Torino, ma anche Livorno e Roma, e Pesaro.

Amedeo Della Valle

Amedeo Della Valle

Amedeo è il giovane Della Valle, il nuovo talento del basket italiano che per crescere ha scelto di seguire le orme tracciate da Daniel Hackett ed è andato a giocare negli Stati Uniti d’America. Prima a Las Vegas, Nevada, alla Findley Prep High School. Niente giochi d’azzardo, per il ragazzo nato ad Alba, niente americanate, ma tanto lavoro. Dopo il liceo, l’università. In Italia avrebbe monetizzato subito. Lui preferisce crescere in un college, di quelli che vediamo nei film, dove studiare e giocare sembra più facile. Se hai la testa giusta. Amedeo – dicono tutti – è un ragazzo di talento, con la testa a posto. Sky lo convince ad annunciare in diretta la scelta dell’università, visto che le proposte – e che proposte – non gli mancano. Si presta ma non vuole imitare LeBron James, lo fa solo per attirare l’attenzione sul campionato Ncaa, quello universitario, e invogliare i giovani ad avere coraggio. Altro che bamboccioni…

Seduto nel parterre del Mediolanun Forum, Amedeo segue con attenzione la sfida tra EA7 Emporio Armani e Scavolini Siviglia. Non gli chiediamo se tifa per qualcuno, di sicuro è molto interessato alla prova del suo amico Daniel Hackett.

“E’ impressionante, segna da ogni posizione – dice Amedeo Della Valle – Daniel è mio amico e sono molto contento per lui. Mi ha dato una mano quando ho deciso di andare in America rispondendo a tutte le domande che gli ho fatto. Spero che continui così”.

Quindi da Daniel ha ricevuto buoni consigli?
“Assolutamente sì”. Daniel ha iniziato nel liceo Saint John Bosco e proseguito nella University of Southern California, a Los Angeles, maturando un’esperienza che mette al servizio di altri.

Che bello, il mondo dello sport nordamericano si sta aprendo sempre più ai giovani italiani. A parte Bargnani, Belinelli e Gallinari, protagonisti nella Nba, Alex Liddi nella Major League Baseball con i Seattle Mariners, Giorgio Tavecchio che sta cercando un ingaggio da kicker dei mitici San Francisco 49ers, e Amedeo. Forza ragazzi!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>