“Essere felici è accettare la propria omosessualità”

di 

2 giugno 2012

PESARO – “La felicità? Un sentimento profondo che consiste nell’accettazione completa del proprio orientamento sessuale”. Paola Concia, deputato nelle file del Partito Democratico, non ha dubbi: “Si è infelici se non si prende consapevolezza dell’omosessualità. La mancanza di equilibrio psico-fisico e il sentimento di inadeguatezza portano a gesti estremi, come il suicidio, compiuto per lo più da adolescenti”.

Il deputato del Pd Paola Concia

Il deputato del Pd Paola Concia

Nel corso della presentazione del suo libro La vera storia dei miei capelli bianchi – scritto a quattro mani con la giornalista Maria Teresa Meli – la deputata Pd racconta il percorso verso il “coming out” perché “dichiarare di essere omosessuali non vuol dire appiccicarsi addosso un marchio, ma significa vivere alla luce del sole compiendo tutte quelle azioni che per le persone eterosessuali sono normali”.

E il “coming out” di persone famose? “Un gesto importante perché permette la formazione di un senso comune di accettazione dell’omosessualità”. Impegnata in parlamento, Paola Concia “cerca di costruire nel Paese uno schieramento e un tessuto sociale disponibili a condividere le nuove, fondamentali, battaglie sui diritti civili”.

Sposata in Germania con Ricarda, è favorevole alla creazione di una famiglia per le coppie omosessuali che “sono fertili e hanno il diritto ad avere figli sia a seguito di un’adozione sia con l’inseminazione artificiale”. Anche se l’Italia “e anche la stessa sinistra di cui faccio parte sono purtroppo molto indietro”.

E infine, leggendo la lettera del padre scritta per il giorno del suo matrimonio, si commuove ricordando “la felicità di quel giorno nello sposare la persona che amo e nell’essere stata circondata dalle persone a me care”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>