Fano al setaccio: auto, case, locali e 270 identificati

di 

4 giugno 2012

FANO – Una serie di servizi straordinari di controllo del territorio sono stati svolti negli ultimi giorni su tutto il territorio dai carabinieri della Compagnia di Fano. I militari sono stati impegnati in numerose verifiche di polizia per la prevenzione e la repressione dei reati contro il patrimonio e lo spaccio di sostanze stupefacenti, nel quadro di iniziative volte a contrastare la microcriminalità. Hanno proceduto, complessivamente, al controllo di oltre 230 automezzi ed all’identificazione di circa 270 persone.

Carabinieri in azione

Passati al setaccio diversi casolari disabitati talvolta occupati da stranieri senza fissa dimora, le zone della Stazione Ferroviaria, della Sassonia e del Lido, nonché controllati diversi frequentatori di pub e locali notturni, fra i quali sono stati individuati alcuni soggetti con pregiudizi di polizia. Inoltre, sono state eseguite verifiche di polizia nei confronti di svariati pregiudicati sottoposti agli arresti domiciliari ed a misure di sicurezza in generale. Nella periferia di Fano i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto un 47enne pregiudicato per reati contro il patrimonio, perché colpito da ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Pesaro dovendo scontare la pena di un anno e sei mesi di reclusione per danneggiamento e tentata estorsione. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Pesaro. Un 46enne pregiudicato marocchino è stato tratto in arresto perché colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dall’Ufficio di Sorveglianza del Tribunale di Ancona, dovendo scontare la pena di mesi cinque di reclusione per furto aggravato. Anche lo straniero è stato condotto in carcere. I militari del Nucleo Radiomobile e della Stazione CC di San Costanzo, nella zona retrostante la Stazione Ferroviaria, di Fano hanno tratto in arresto, con le accuse di “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”, un 44enne operaio del luogo, trovato in possesso di circa 10 grammi di cocaina. I successivi accertamenti dei carabinieri del Cap. Cosimo Giovanni Petese hanno permesso di sequestrare anche un bilancino elettronico di precisione e materiale vario per confezionare le dosi. Il 44enne è stato tradotto nel carcere di Pesaro. Un 33enne pregiudicato, già sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, è stato tratto in arresto dai militari perché colpito da ordine di arresto emesso dalla Procura della Repubblica di Pesaro. L’uomo, che deve scontare la pena di un anno e due mesi di reclusione, per inosservanza dei provvedimenti del giudice e false dichiarazioni sull’identità, è stato rinchiuso nella casa di reclusione di Villa Fastigi. I CC di Saltara, invece, hanno tratto in arresto una pregiudicata 50enne che deve scontare la condanna di un anno e quattro mesi di reclusione per truffa e falso inflittale dal Tribunale di Pesaro. La donna è stata tradotta in carcere. Un 24enne pregiudicato marocchino, specializzato nella commissione di reati contro il patrimonio, è stato denunciato dai carabinieri per “evasione” perché, nonostante fosse sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza, si allontanava si allontanava da casa senza alcuna autorizzazione. Cinque persone di 46, 28, 26, 32 e 41 anni sono state denunciate in stato di libertà all’A.G. in quanto sorprese alla guida delle rispettive autovetture con un tasso alcolico superiore al limite consentito. Le patenti di guida degli interessati sono state ritirate. Infine, nove giovani residenti in comuni dell’entroterra fanese sono stati trovati in possesso di alcuni grammi di hashish, marijuana e cocaina che detenevano per uso personale. Nei loro confronti è stata inoltrata una segnalazione alla Prefettura di Pesaro e Urbino per l’applicazione delle sanzioni amministrative previste per legge, quali la sottoposizione a programma terapeutico e la sospensione della validità della patente di guida, mentre lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>