Italservice PesaroFano a un passo dal tricolore under 21: 7-0 a Scafati

di 

4 giugno 2012

ITALSERVICE PESAROFANO – SCAFATI SANTA MARIA 7-0 (p.t. 4-0)
ITALSERVICE PESAROFANO: Dionisi, Pinguim, Fabbroni, Marino, Fraccaro, Pizetta, Bacaloni, Eusepi, Perez, Bracci, Cesaroni, Barbera. All. Marques
SCAFATI SANTA MARIA: Valle, Galletto, Garofalo, D’Ammora, De Luca, Bonagura, Sepe, Cascone, Fabbrini, Milucci, Pipolo, Mattiello. All. Sansone
ARBITRI: Emanuele Pino Fangione (Bernalda) e Carmelo Ioddo (Reggio Calabria), crono Natale Mazzone (Imola)
MARCATORI: 3’17” Pinguim (PF), 14’42” Pizetta (PF), 16’44” Pizetta (PF), 16’53” Perez (PF) del p.t.; 2’15” Pizetta (PF), 3’37” Cesaroni (PF), 15’33” Cesaroni (PF) del s.t.
AMMONITI: Fabbroni (PF), Pizetta (PF), Galletto, (SSM), Bonagura (SSM), Milucci (SSM), Mattiello (SSM)
NOTE: spettatori 400 circa

 

L'under 21 dell'Italservice PesaroFano prima della finale di ieri

L'under 21 dell'Italservice PesaroFano prima della finale di ieri

PESARO – Meraviglioso. Anzi, meravigliosi. L’Italservice PesaroFano under 21 batte 7-0 lo Scafati Santa Maria nell’andata della finale nazionale di categoria avvicinandosi in maniera sensibile allo scudetto. Per cucirsi sul petto un tricolore carico di significato bisognerà non perdere con otto reti di scarto domenica prossima, nel ritorno previsto in terra salernitana.

Meglio non pensarci e giocare come stesse 0-0, al cospetto di una squadra – lo Scafati – che sicuramente farà di tutto per rifarsi del rovescio di Pesaro.

In un palaFiera di Campanara dove sono accorsi in tanti nonostante la prima domenica di sole cocente che conciliava col mare, dopo il minuto di silenzio per le vittime dei terribili terremoti che non danno tregua all’Emilia, si comincia subito a fare sul serio. Le due compagini non si studiano e iniziano a puntare le rispettive porte. Dopo 3’17” i 400 del palaFiera si alzano in piedi per il piatto destro di Pinguim che gonfia la rete alle spalle di Mattiello, a conclusione di una bellissima triangolazione con Cesaroni: 1-0 e palla al centro.

La gara, invece che aprirsi ancor di più e diventare più divertente, dopo essersi sbloccata si assopisce un po’. Per diversi minuti non succede chissà che di rilevante. Il salernitano Milucci e il pesaro-fanese Cesaroni provano a risvegliare le rispettive squadre, ma i due portieri – Dionisi e Mattiello – rispondono presente su due conclusioni ben indirizzate ma non particolarmente angolate.

Occasionissima Italservice con Pinguim che da destra mette in mezzo un cuoio su cui Perez, seppur di pochissimo, non arriva. Sarebbe stato il 2-0 perché la posizione dell’argentino era invitante a dir poco. Il raddoppio comunque arriva di lì a poco. Merito di Eriel Pizetta, che stoppa un pallone e con una finta manda fuori tempo un avversario: coordinazione perfetta e tiro mancino all’incrocio. Eurogol. Lo stesso Pizetta di lì a poco avrebbe la chance per triplicare, ma da posizione favorevole indirizza la puntata troppo centrale, laddove il portiere ospite – in uscita – può arrivarci.

Il 3-0 comunque arriva di lì a poco. A siglarlo ancora Pizetta, che esulta con un mancino susseguente a una serie di finte e controfinte. Palla al centro e arriva pure il poker. Merito di Perez, in diagonale, dopo rubata di un compagno. Lo Scafati Santa Maria è alle corde, tant’è che rischia tanto anche su un tiro di Pinguim (palo esterno) e sul destro di Pizetta (stavolta alto).

Nella ripresa solita staffetta tra portieri per il PesaroFano. Entra Barbera, esce un poco sollecitato Dionisi. L’Italservice riprende laddove aveva lasciato prima del duplice fischio, cioè attaccando. Pinguim sfiora il 5-0 che poi, dopo nemmeno 3 minuti di ripresa, segna Pizetta. Il PesaroFano chiude il set un minuto dopo o giù di lì, con Cesaroni che si iscrive a referto, nella lista dei marcatori, con un bellissimo finta e tiro che si insacca rasoterra: 6-0.

Finisce 7-0 perché Cesaroni sigla la doppietta personale su invito orizzontale di Pinguim. Tripudio per tutti i giocatori dell’Italservice PesaroFano, che domenica prossima a Scafati può festeggiare una cosa grande grande.

Ulteriori info su www.pesarofano.it.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>