Lavoro: inserimento e integrazione dei “soggetti deboli”, se ne parla a Frontone

di 

5 giugno 2012

FRONTONE – Sarà incentrata sulle opportunità di integrazione e di inserimento lavorativo dei “soggetti deboli” la conferenza prevista per mercoledì 6 giugno, alle ore 9.30, al castello di Frontone, promossa dall’Ambito sociale 3, dalla Provincia attraverso il Centro per l’impiego di Urbino, dal Dipartimento di salute mentale di Urbino e dalla cooperativa agricola “De Rerum Natura”.

Castello Frontone di notte

Il castello di Frontone di notte

A due anni dall’avvio del “Servizio di integrazione e inserimento lavorativo” e di attività “in rete” dei servizi pubblici e della cooperazione sociale per rendere efficace la formazione e l’inserimento nel mondo del lavoro, l’incontro si propone di sviluppare idee, modelli di intervento e nuove opportunità. Tra i temi al centro dell’attenzione: una maggiore integrazione sociale e lavorativa; il coinvolgimento in un “network territoriale” dei soggetti pubblici e del privato sociale; la realizzazione di progetti di formazione, orientamento individualizzato, tirocini e integrazione lavorativa; la promozione e sviluppo, in accordo con le imprese, di interventi tecnici di supporto e forme di incentivazione; l’aumento delle aziende disponibili a percorsi di integrazione lavorativa; l’avvio di percorsi di formazione/inserimento lavorativo nel settore dell’agricoltura sociale. In quest’ultimo versante, Cesare Baldeschi porterà l’esperienza della cooperativa sociale agricola “De Rerum Natura”, che ha avviato percorsi di inserimento lavorativo nella gestione del frutteto, trasformazione dei prodotti, vivaistica, allevamento di animali da cortile, maneggio.

Dopo il saluto delle autorità, interverranno il coordinatore dell’Ambito sociale di Cagli Stefano Cordella, il responsabile del Centro per l’impiego di Urbino Stefano Raia, il direttore del Dipartimento di salute mentale di Urbino Leonardo Badioli, Cesare Baldeschi della cooperativa sociale agricola “De Rerum Natura”. Conclusioni affidate all’assessore alla formazione professionale e politiche del lavoro della Provincia Massimo Seri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>