Ora la palla passa al Consorzio Pesaro Basket

di 

5 giugno 2012

PESARO – Una piccola correzione rispetto all’articolo pubblicato ieri, a partita in corso, per annunciare… “Stasera sono presenti 9.613 spettatori. Un applauso a tutti, uno a uno: sono protagonisti del record di presenze per le partite della Scavolini Siviglia”. Meritano un grande applauso, ma – ecco la correzione – lo meritano in particolare gli abbonati che hanno seguito tutta la stagione dei biancorossi. Bravi tutti, soprattutto i tifosi che hanno sostenuto sempre – nel bene e nel male. La squadra di coach Dalmonte.

Alcuni dei soci del Consorzio Pesaro Basket guidato da Tonucci

Il quarto posto è un grande risultato. Avere eliminato Cantù e messo in forse il successo di Milano è qualcosa di straordinario che ha reso la stagione indimenticabile. E probabilmente irripetibile. Se è vero che quasi tutti i giocatori sono in partenza, che il budget sarà ulteriormente ridotto, aumentando la distanza dalle squadre più ricche. Che sono poche, se è vero che anche Siena vive – ed è destinata a vivere – momenti di difficoltà. Non ci piace raccontare voci, preferiamo i fatti, le notizie certe, ma dalla Toscana – annunciate dalla pagine economiche dei principali quotidiani – arrivano voci relative a un disimpegno obbligato dell’istituto di credito che ha accompagnato e sostenuto la crescita sportiva della Mens Sana basket e dell’Associazione Calcio Siena. Non potrebbe essere altrimenti, in un periodo di crisi universale.

Ci è stato detto da un autorevole membro della famiglia più amata dai pesaresi che l’anno prossimo l’obiettivo principale sarà non retrocedere. Da questo punto di vista, la serate vissute sabato e lunedì potrebbero essere fuorvianti. Molti potrebbero credere che l’anno prossimo si concederà il bis. La risposta è netta e non concede margini: i tifosi capiranno quando vedranno partire gli attuali giocatori (dell’argomento ci occuperemo in un altro articolo).

Sarà così, salvo miracoli dell’ultim’ora. E dopo 37 anni la Vuelle non sarà legata al nome della Scavolini e la famiglia non sarà più la proprietaria. Mercoledì prossimo le quote, e quelle di Sauro Bianchetti, passeranno al Consorzio Pesaro Basket, il cui presidente è Massimo Tonucci, che rappresenta uno dei soci, Banca di Pesaro.

“Loro sono bravi – ha detto Tonucci commentando gara 4 – ma noi siamo stati più bravi di loro come cornice di pubblico e come impegno. Siamo soddisfatto, è stata una bellissima serata, ma sabato ancora più bella perché abbiamo vinto”.

Sono mancate le gambe, ma il cuore è stato enorme.
“Cosa chiedere di più, dopo un campionato giocato praticamente con 8 giocatori. Avevamo questo e questo abbiamo dato, fino in fondo. Grandi i meriti dei ragazzi che resteranno nel nostro cuore”.

Adesso la palla passa al Consorzio Pesaro Basket… siete chiamati a imitare i giocatori, a sorprendere tutti.
“Ci stiamo provando, i tempi sono difficili, ma faremo il possibile e chissà che non venga fuori qualcuno in grado di aiutarci. Anche i media ci aiutino a trovare uno sponsor, magari due, se possibile tre. Ma noi ci siamo e se qualcuno ci darà una mano, chissà…”.

Il campionato si farà a prescindere?
“Sì, senza alcun dubbio. Iscriveremo la squadra e magari se qualcuno arriverà in corsa a darci una mano, potremo fare anche uno squadrone. Mai dire mai”.

L’entusiasmo di Tonucci è contagioso. Chi vuole essere il tanto atteso “qualcuno”?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>