“Bronzi a Pergola, un successo politico”

di 

7 giugno 2012

da Francesco Baldelli, sindaco di Pergola, riceviamo e pubblichiamo:

 

PERGOLA – Con l’approvazione in Consiglio regionale della mozione per la permanenza dei Bronzi a Pergola, è finalmente prevalso il diritto e il buon senso. Determinante è stata sicuramente la risolutezza dei pergolesi e della loro Amministrazione. Un ringraziamento va dunque a tutti quei consiglieri regionali che hanno fermato il tentativo del Consigliere del PD Rosalba Ortenzi di spogliare Pergola del diritto, sancito da ben tre decreti ministeriali, di conservare permanentemente nel suo Museo i Bronzi Dorati.

Bronzi Pergola 1

I bronzi in tutto il loro splendore

La consigliera del PD proponeva un inaccettabile e antieconomico pendolarismo con Ancona dell’unico monumento in bronzo dorato d’epoca romana esistente al mondo. Pergola, però, deve un particolare ringraziamento ai consiglieri Foschi e d’Anna che, sin dall’inizio di un’assurda vicenda orchestrata da una ristretta lobby politica anconetana, hanno difeso Pergola e convinto i loro colleghi, anche d’opposta collocazione politica, a schierarsi contro la risoluzione della Ortenzi. Un risultato raggiunto anche grazie al Presidente e al Vicepresidente della Provincia di Pesaro che, senza esitazione, hanno sostenuto la mia amministrazione, dandomi la forza per condurre in prima persona e con successo una battaglia a difesa non solo di Pergola ma anche della storia, della cultura e del turismo della nostra intera provincia. Come Sindaco, inoltre, mi sono sempre sentito supportato dall’autorevole sostegno del professore Vittorio Sgarbi che a livello nazionale ha dato eco ed ha difeso i diritti di Pergola. Il voto di ieri è stato un successo politico per la nostra amministrazione che continua la sua battaglia per il mantenimento dei Bronzi.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>