Mobilità via mare, a Rovigno il meeting con l’assessore Morani

di 

8 giugno 2012

PESARO – L’assessore ai trasporti Renato Claudio Minardi da tempo promuove “azioni finalizzate allo sviluppo sostenibile di infrastrutture e servizi a sostegno delle mobilità via mare, sulle due coste dell’Adriatico”. E sul tema, nei giorni scorsi, con la partecipazione dell’assessore alla Cooperazione internazionale Alessia Morani, si è tenuto a Rovigno il terzo meeting di coordinamento del progetto Adrimob, finanziato dall’Unione Europea attraverso il programma di cooperazione Transfrontaliero Ipa Adriatico.

Alessia Morani a Rovigno

Alessia Morani a Rovigno

Il meeting, coordinato dal dirigente del settore Attività produttive e politiche comunitarie della Provincia di Ravenna Alberto Rebucci (progetto guidato dalla Provincia di Ravenna), ha permesso un’analisi dettagliata degli stati di avanzamento delle varie azioni progettuali. In particolare, ogni partner ha presentato lo stato di avanzamento del proprio progetto pilota. La Provincia di Pesaro e Urbino ha a disposizione circa 80mila euro per la realizzazione di un sistema di bike sharing in cinque siti strategici, che coinvolgono il Comune di Pesaro e il Comune di Fano. L’intervento comporta una compartecipazione nella gestione non solo con gli enti locali ma anche con soggetti privati, come tour operator e gestori di servizi portuali.

Rovigno ha ospitato, nell’ambito della stessa iniziativa, anche il workshop “Le opportunità di avvio di nuovi collegamenti marittimi tra le coste adriatiche”, “occasione di confronto e di programmazione rispetto alle possibilità di attivare nuovi collegamenti marittimi tra le coste dell’Adriatico, di rafforzare quelli esistenti e implementare la mobilità crocieristica”.

Nella delegazione della Provincia, oltre all’assessore Morani, il dirigente del servizio Trasporti Claudia Paci e il funzionario Barbara Lini. Presente, inoltre, il responsabile della Confartigianato Valeria Beccatti, che attraverso una piccola esposizione di prodotti artigianali di eccellenza, ha sottolineato come nei rapporti nell’area adriatica, sia importante anche «la conoscenza e la diffusione delle peculiarità artigianali di ogni territorio, per sviluppare tutta la rete turistica connessa”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>