L’Italservice PesaroFano è campione d’Italia under 21

di 

9 giugno 2012

SCAFATI SANTA MARIA – ITALSERVICE PESAROFANO 1-3 (1-1 p.t.)
SCAFATI SANTA MARIA: Fabiano, galletto, Garofalo, D’Ammora, De Luca, Bonagura, Sepe, Cascone, Fabbrini, Milucci, Pipolo, Mattiello. All. Sansone
ITALSERVICE PESAROFANO: Guergolet, Barbera, Fabbroni, Fraccaro, Bracci, Baloni, Eusepi, Perez, Pizetta, Marino, Cesaroni, Dionisi. All. Marques
ARBITRI: Roberto Chiarello (Novi Ligure), Dario Fiorentino (Barletta) CRONO: Luca Micheli (Frosinone)
MARCATORI: 12’59” Sepe (S), 17’23” Pizetta (I) del p.t.; 1’03” aut. Pipolo (I), 3’04” Cesaroni (I) del s.t.
AMMONITI: Fraccaro (I)
ESPULSI: Milucci (S) al 2’13’’ del s.t. per fallo di reazione

 

L'Italservice PesaroFano under 21 campione d'Italia

L'Italservice PesaroFano under 21 campione d'Italia

SCAFATI (Salerno) – “Siamo noi, siamo noi, i campioni dell’Italia siamo noi”. Urla di giubilo pesaro-fanesi arrivano da Scafati, Salerno, dove il presidente della Divisione calcio a 5 Tonelli ha consegnato la coppa più importante a livello giovanile. Prendete ago e filo: sulle maglie biancorosse-granata c’è da cucire un triangolino bianco, rosso e verde dal valore inestimabile.

Proprio così. L’Italservice PesaroFano, al primo anno della sua storia unificata, è campione d’Italia under 21. La società del presidente Andrea Farabini e del duo Carlo Mercantini-Matteo Paci ha conquistato il titolo italiano a livello giovanile al termine di una cavalcata strepitosa. I giovani calciatori a 5 di Gil Marques, per risultare i migliori del bel Paese tra la bellezza di 211 società differenti, hanno avuto la meglio in finale di uno Scafati Santa Maria a cui vanno comunque fatti i complimenti. Rassicurante il 7-0 dell’andata, anche se poi le partite vanno giocate e nulla c’è di scontato fino al suono della sirena finale.

Oggi, in terra campana, i biancorossi-granata hanno vinto in rimonta. Dopo la rete Scafati di Sepe, sono arrivati i sigilli del solito Eriel Pizetta (quattro gol tra andata e ritorno) e di Paolo Cesaroni, su assist di capitan Pinguim. Nel mezzo un’autorete sfortunata di Pipolo. Ultimi minuti in apnea e poi la festa Italservice è partita.

 

I PROTAGONISTI

Complimenti a tutti: dai portieri Jacopo Dionisi e Roberto Barbera ai giocatori di movimento Victor Hugo Guergolet detto Pinguim e Marco Fabbroni, Nelson Paul Fraccaro e Bracci, Rudy Bacaloni e Andrea Eusepi, Axel Perez ed Eriel Pizetta, Pasquale Marino e Paolo Cesaroni, oltre ad Andrea Rossi e Giacomo Pieri che per motivi diversi non hanno preso parte all’ultima fase. L’allenatore che rimarrà nella storia del PesaroFano è Gilbert Marques, anche se sono tanti coloro che, magari al di fuori delle luci della ribalta, si sono adoperati per coronare quello che a inizio anno sembrava un sogno e che invece adesso è realtà. I vari Mirko Ciabotti e Mauro Pedinelli, Simone Palazzi, Giovanni Baldelli e Severino Topi, sperando di non aver dimenticato nessuno.

 

UN CAMMINO STREPITOSO

Un cammino strepitoso quello dell’under 21 del PesaroFano, iniziato con le 15 vittorie e la sola sconfitta del girone iniziale a carattere quasi esclusivamente regionale o giù di lì. Poi, una volta ai 32esimi di finale della fase nazionale, il 7-1 al palaCus di Ancona seguito dal 7-0 del ritorno casalingo hanno dato il pass per i sedicesimi di finale. Qui l’Italservice ha eliminato il Futsal Portos (6-1 in casa, ininfluente 2-3 al ritorno). Coi toscani dell’Isolotto Firenze, agli ottavi, altro 6-1 tra le mura amiche, a cui è seguito un successo (per 4-2) anche al ritorno. Il capolavoro ai quarti di finale, turno in cui l’Italservice s’è trovato di fronte i campioni d’Italia 2011 del Kaos Bologna, vincitori dell’ultima coppa Italia di categoria: 2-2 in terra emiliana, 4-2 in casa e via tra le migliori quattro d’Italia. Tiratissimo il doppio scontro di semifinale con l’Asti, coi piemontesi ad imporsi in casa propria per 2-1. Al ritorno, in un circolo tennis Trave di Fano tramutatosi in catino bollente, il 5-4 che ha spedito tutti ai supplementari. La rete risolutiva nel secondo extratime è stata siglata da Bacaloni, con le porte della finalissima a dischiudersi.

Il resto è storia recente. Il 7-0 di domenica scorsa a Campanara (tre reti di Pizetta, doppietta di Cesaroni, sigilli di Pinguim e Perez) e il 3-1 di oggi. Chapeau all’Italservice PesaroFano. Ulteriori info su www.pesarofano.it.

 

L’ALBO D’ORO

1997/1998 Milano
1998/1999 Torino
1999/2000 BNL Calcetto
2000/2001 Fas Pescara
2001/2002 Augusta
2002/2003 Stabia C5
2003/2004 Arzignano Grifo
2004/2005 Aosta
2005/2006 Brillante
2006/2007 Lazio Nepi
2007/2008 Augusta
2008/2009 Napoli
2009/2010 Terni
2010/2011 Kaos Futsal
2011/2012 ITALSERVICE PESAROFANO

Un commento to “L’Italservice PesaroFano è campione d’Italia under 21”

  1. Ari Tadeu Cresto scrive:

    Parabenizo pela conquista do título, sonho que era de todos, dirigente, comissão técnica e atletas – PARABENS .
    Envio nos próximos dias meu filho / atleta para integrar esse elenco vitorioso. Peço que tenham paciência
    com ele, até que se adapte ao fuso horário e aos novos métodos de treinamento. Acredito, não só como
    pai, mas também como admirador de futsal, que o Daniel Tadeu Cresto, terá uma trajetória brilhante juntamente
    com todo o grupo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>