Pianigiani: “Vittoria meritata”. Scariolo: “Complimenti”

di 

10 giugno 2012

PESARO – Era iniziata tra le polemiche, con Alessandro Gentile subissato di fischi e improperi quando è sceso per primo sul parquet, soprattutto con lo striscione – “Rendiamo l’aria rancida” – esposto dai tifosi di Siena, polemici con Scariolo che di “aria rancida” aveva parlato descrivendo il clima da lui trovato nel campionato italiano dopo tanti anni in Spagna. E’ finita con il coach lombardo che fa i complimenti agli avversari…

 

Scavolini Siviglia-Milano, Sergio Scariolo

Sergio Scariolo (foto Giardini)

“Complimenti al Montepaschi. I nostri avversari hanno giocato meglio, sono stati più intensi fin dall’inizio, la loro difesa è stata migliore, hanno preso anche qualche rimbalzo in più. Bravi loro, ma noi non abbiamo mollato, arrivando a un tiro da sotto per il meno 3 e con tanto tempo per giocarci il finale punto a punto. Ma lo svantaggio accumulato probabilmente era stato troppo. Eppure abbiamo dimostrato di avere personalità, ma anche strumenti tecnici e tattici per giocarcela. Domenica lavoreremo su qualche aggiustamento obbligato e proveremo a fare meglio lunedì”.

 

Fotsis?

 

“Sta male e sinceramente adesso non sono in grado di dare risposte più precise. Deve essere sottoposto ad accertamenti clinici, ma mi dicono che sarà difficile possa recuperare per gara 2”.

 

Scariolo è di poche parole. Vorrebbe esserlo anche Simone Pianigiani, che però qualcosa in più dice…

 

“Voi sapete che dopo gara 1 dico sempre poco. A maggior ragione in una serie al meglio delle 7. E’ stata una partita molto buona per noi, abbiamo prodotto tanto senza rischiare mai contro una difesa importante come quella mostrata da Milano negli ultimi mesi. Abbiamo segnato tanto e poi, quando la partita sembrava in controllo, ci siamo innervositi per un fallo tecnico fischiato a Moss che ha cambiato l’inerzia. Abbiamo fermato la palla in attacco, però abbiamo avuto la forza mentale per fare due-tre difese importanti… Un successo meritato, una partita positiva da parte di tutti. Avete visto che molti giocatori chiedono cambio perché non sono al cento per cento, ma tutti hanno dato quello che potevano dare. Tra 48 ore, in gara 2, può cambiare tutto. Pertanto, buona la prima ma aspettiamoci una seconda gara più tosta, più dura…”.

 

Anche perché si è fatto sentire il fattore caldo…

 

“Per come stiamo in questo momento, è difficile avere tante energie per sui due lati del campo per 40 minuti. In più è arrivato il caldo vero e sul campo si sentiva. Con il caldo si gioca una pallacanestro diversa, perché si cammina e non si corre. Potevamo correre di più in campo aperto, è vero, ma abbiamo dovuto tirare il fiato. E se attacchiamo senza movimento di uomini e palla, Milano ha una fisicità che può crearci problemi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>