Ma la pista ciclabile è fatta per giocare a pallavolo?

di 

13 giugno 2012

PESARO – All’attenzione dell’assessore Riccardo Pascucci, che ha – tra le altre – la delega alla sicurezza e alla polizia municipale, ma anche del sindaco Ceriscioli. Dunque Pascucci il responsabile di quanto accade sulle strade della città. Ora, l’assessore comunale – tra l’altro, come il sindaco, amante della bicicletta – ha a che fare con uno stabilimento balneare molto frequentato. Osservando i colori delle cabine e degli ombrelloni, la sensazione è che lo stabilimento balneare interessato alla notizia sia proprio quello a cui è legato il responsabile comunale alla sicurezza e alla polizia municipale. Pertanto, ci sembra impossibile che chi gestisce i Bagni non intervenga quando accadono i fatti che vi raccontiamo.

La foto del nostro cronista: l'educazione inizia dalle piccole cose

Chi, tra le 17 e le 18 di oggi si è trovato a fruire della pista ciclabile da e per Fosso Sejore si è trovato di fronte a una scena che testimonia come il compito di scuola e famiglia sia un fallimento. Da quando l’educazione civica è stata cancellata, le regole più elementari sono ignorate, il loro rispetto non è spiegato dai genitori che forse non sanno che a scuola non le insegnano da tanto tempo.

Come definire il livello di educazione di tre ragazzini (due maschi e una femmina) che giocavano a pallavolo in mezzo alla pista ciclabile. Alle proteste di qualche ciclista hanno risposto continuando a… giocare, obbligando i ciclisti a spostarsi per evitare un incidente.

Domanda: è mai possibile che nell’arco di circa un’ora gli operatori dello stabilimento balneare non si siano accorti di quanto accadeva e non siano intervenuti?

Ah, la ragazzina ha addirittura invitato gli altri a stare attenti per non essere investiti dalle biciclette.

Complimenti!

L’assessore Pascucci ha da dire qualcosa?

RICORDIAMO che il 26 giugno, alle 18.30, verrà inaugurata la ciclabile in fondo a viale Trieste (lato Fano). Per l’occasione è prevista una biciclettata fino a Fano con cena (alla romana: 12 euro) al Pesce Azzurro. Ai partecipanti verrà offerta la classica moretta e verrà regalata la maglietta della bicipolitana.

8 Commenti to “Ma la pista ciclabile è fatta per giocare a pallavolo?”

  1. gian scrive:

    Ma a Pesaro siete tutti così pesanti ?

  2. Pesanti sono coloro che non hanno senso civico, educazione ed un pò di buon senso.

  3. Barto scrive:

    Che pesantezza, fino a 10 anni fa era normale vedere ragazzi giocare a pallone in strada nelle vie di Pesaro, e tutti da ragazzi almeno una volta nella vita lo hanno fatto. Ora che nelle strade è diventato impossibile… qualche palleggio su una ciclabile in spiaggia non mi sembra il problema di questa città.

  4. gian scrive:

    2 ragazzine che giocano a palla non mi sembra degno di un articolo…suvvia..rilassatevi e godetevi l’estate brontoloni…

  5. fosco scrive:

    ma è un problema di sicurezza per i ragazzini che stavano giocando
    e poi si chiama ciclabile per un motivo……altrimenti si chiamerebbe parco giochi
    !!!!!

  6. A me fanno ridere le difese assurde per quei ragazzini, che hanno a disposizione tutta una spiaggia, in cui si possono tuffare tranquillamente sulla morbida sabbia, e si mettono invece a giocare su pochi metri quadrati sulla pista ciclabile di duro cemento. Assurdo!!!

  7. Il Sig. Murgia mi fa sorridere pensando a quanto scriveva qualche tempo fa sul Corriere Adriatico e se la prendeva con i ciclisti a suo dire troppo arroganti nei confronti dei pedoni (allora anche il Murgia apparteneva a questa tribù) che percorrevano la pista ciclabile.
    Colgo l’occasione per conoscere da questa spett. Redazione (ed eventualmente sollecitarla) se ha chiesto chiarimenti all’Ass. PASCUCCI (come l’avevo qualche giorno fa invitata) in merito al fatto che sul bordo della pista ciclabile e per tutta la lunghezza del bagno dello stesso PASCUCCI (BAGNO PALME) non ha ancora realizzato (come previsto dal Piano Spiaggia) il tratto di pista pedonabile di sua competenza, a differenza di altre concessioni che da tempo hanno già provveduto. GRAZIE
    D. Pantonieri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>