Chateau d’Ax, Sacchi: “Presto vedrete i risultati”

di 

14 giugno 2012

URBINO – Il silenzio non è sempre sintomo di immobilismo. In casa della Robur Tiboni Urbino Volley non si sta a guardare ma le forze dirigenziali sono al lavoro per costruire una squadra che possa ben figurare nella massima serie e che possa rappresentare nella competizione europea, la Champions League, la nostra nazione insieme agli altri club. Un grande lavoro si sta facendo anche per il consolidamento economico e strutturale della società . Diversi contatti con alcuni patner commerciali potrebbero affiancare la società nella prossima stagione.

Giancarlo Sacchi 3

Giancarlo Sacchi, foto Giardini

“Non è un momento facile per nessuno – afferma il presidente Sacchi – ma stiamo lavorando bene e credo che nei prossimi giorni raccoglieremo i risultati. Abbiamo voluto assicurarci due pedine importanti come Petrauskaite e Sycora, credo che nei due ruoli non potevamo scegliere meglio e aspettiamo che nelle prossime ore si sciolga il “nodo” alzatrice. Questo ci permetterà di definire il discorso delle centrali. Abbiamo riconfermato Lise Van Hecke e stiamo aspettando la risposta alla nostra proposta di Tirozzi e Garzaro mentre con Crisanti, legata al nostro club da un contratto biennale, abbiamo chiesto di rivedere il nostro impegno economico visto anche il difficile momento dell’economia. Noi saremmo felicissimi che lei rimanesse e credo che anche l’atleta abbia rifiutato proposte importanti per rimanere con noi a Urbino ma bisognerà adeguare il contratto a quelle che sono le nostre possibilità se si vuol continuare un cammino insieme”. Un Cantiere Aperto , dunque, quello della società bianconera che sembra ormai prossima all’ufficializzazione di colpi importanti per la prossima stagione.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>