Milano salva la bandiera e porta Siena a gara 5

di 

16 giugno 2012

 

PESARO – “Non nel mio giardino!”. Milano usa una tipica espressione americana (“Not in my backyard!”) e impedisce a Siena di festeggiare lo scudetto sul parquet del Mediolanum Forum. Si va alla quinta partita, in programma domenica sera (ore 20,30, diretta su Rai Sport 2, arbitri Facchini, Chiari e Weidmann) in casa dei toscani e non solo in virtù del 3-1 per il Montepaschi, ma anche per quanto si è visto in gara 4, non sembrano esserci dubbi che Siena vincerà il sesto scudetto consecutivo, record di sempre nella pallacanestro italiana.

 

Milano può rimpiangere ancora i regali di gara 2, le disattenzioni sui rimbalzi difensivi, la scarsa determinazione contro una squadra che sprizza energia anche quando si cambia nello spogliatoio. E comunque deve riconoscere che gli avversari sono più forti, come dimostra l’inizio di partita, il primo terribile quarto per i lombardi, doppiati dopo 10 minuti.

 

Battibili, è vero, ma più forti. Perché è vero che vincere una partita con Siena è un impresa, riuscita solo a Cantù e Roma (le precedenti finali: 2010/11: 4-1 su Cantù; 2009/10: 4-0 con Milano; altrettanto nel 2008/09; 2007/08: 4-1 con Roma; 2006/07: 3-0 con la Virtus Bologna), ma è altrettanto vero che l’obiettivo dell’Olimpia era di andare a gara 5 in perfetta parità per vedere l’effetto che avrebbe fatto a Siena non sentirsi imbattibile.

 

In ogni caso vincendo gara 4, l’EA7 Emporio Armani ha salvato la bandiera, usando una frase presa in prestito dal calcio.

 

EA7 EMPORIO ARMANI – MONTEPASCHI 88 – 83

 

(12-24; 21-13; 27-17; 28-29)

 

EA7 EMPORIO ARMANI: Giachetti ne, Mancinelli 17 (7/9; ¼), Hairston 10 (¼; 1/3), Fotsis 4 (2/2; 0/1), Cook 10 (2/6 da 3; 4/5 tl), Rocca 2 (1/1), Filloy ne, Bourousis 19 (7/10; 0/1; 5/5), Melli 11 (2/4; 2/3; 1/1), Bremer 7 (2/2; 0/2; ¾), Gentile 6 (0/3; 2/4), Radosević 2 (1/3 da 2). All. Scariolo.

 

MONTEPASCHI: Mc Calebb 18 (6/10; 1/1; 3/3), Zisis 7 (2/4; 0/1; ¾), Andersen 9 (2/7 da 2, 5/6 tl), Carraretto 8 (½; 2/2), Lavrinovič 17 (6/9; 1/1; 2/3), Kaukenas 6 (2/4; 0/2; 2/2), Ress (0/3 da 3), Michelori ne, Lechtaler ne, Stoneroook 11 (3/6 da 3; 2/4 tl), Aradori 3 (1/1 da 2; ½ tl), Moss 4 (1/1; 0/1; 2/2). All. Pianigiani.

 

ARBITRI: Cicoria, Paternicò e Lanzarini.

 

STATISTICHE DI SQUADRA: MILANO: 23/38 da 2, 8/24 da 3, 18/21 tl; 33 rimbalzi (11 offensivi), 2 stoppate date, 1 subita; 16 perse, 5 recuperate; 16 assist; 90 di valutazione; 0,99 OER. MONTEPASCHI: 21/38 da 2; 7/17 da 3; 20/26 tl; 26 rimbalzi (5 offensivi); 13 perse, 3 recuperate; 10 assist; 78 di valutazione; 1,02 OER.

 

Un commento to “Milano salva la bandiera e porta Siena a gara 5”

  1. Simone scrive:

    Sta arrivando a Milano una strana febbre. I sintomi? La gambe si muovono da sole, le braccia vanno su e giù.. e scatta un irrefrenabile voglia di ballare!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>