Ambrosini, vacanze pesaresi: “La Nazionale? Faticherà…”

di 

18 giugno 2012

RICCIONE – “Cosa ho pensato all’ultima giornata di campionato? La tristezza era fortissima, tutti ci siamo resi conto che qualcosa era finito. Ma questo non vuol dire che dobbiamo andare avanti. Quindi, il prossimo campionato, sarà interessantissimo”. Massimo Ambrosini, capitano del Milan, pesarese doc, in vacanza a Pesaro, ha deciso di passare una giornata in famiglia, con la moglie e i figli Angelica e Federico, all’Aquafan di Riccione. Sono passati anni da quando il biondo pesarese prendeva “il treno da Pesaro con il tagliando di Tv Sorrisi e Canzoni per entrare gratis all’Aquafan” e alla sera, magari, faceva un salto con gli amici al Rag di Rimini.

Massimo Ambrosino con la maglia della Nazionale contro la Spagna

Intervistato da Radio DeeJay, presente al Parco Oltremare con Linus e Nicola Savino, il centrocampista del Milan, uno dei pochi rimasti del blocco storico, ha parlato a ruota libera. “Tiago Silva? Con lui cambia tutto. E’ un campione che ti cambia gli obiettivi, con lui puoi ambire a vincere.  Nesta? Per la scelta che ha fatto lui, e che hanno fatto tutti gli altri, non tornerei mai indietro. Anche se spero che ci ripensino in cuor mio… Chi mi manca di più dei miei ex compagni? Andrea Pirlo. Voi lo vedete serio, ma invece era ed è fortissimo. Con lui a tavola, con Gattuso, erano scene incredibili”. Non poteva mancare un accenno alla Nazionale. “La Nazionale? Il mio rapporto è stato up & down, ho fatto spesso il 23. Avrei voluto fare di più. Stasera? Penso che faremo più  fatica noi a battere l’Irlanda che la Spagna a battere la Croazia”.

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>